Girava con un suv rubato, ma era tutto inventato. Scoperta truffa grazie a ‘Scaut’

Non c’è scampo per le auto rubate se finiscono nel mirino di ‘Scaut’, l’apparecchio in dotazione alla Polizia Stradale. Il nuovo strumento  individua le autovetture rubate, segnalate dal tribunale fallimentare o comunque da ricercare, ma anche i veicoli privi di assicurazione o con revisione scaduta.
Proprio grazie alla sofisticata dotazione la Polizia Stradale, durante un controllo a Valenza per aumentare la sicurezza nella città dell’oro, è stato sequestrato un potente suv.
Le forze dell’ordine sono intervente utilizzando ‘Scaut’ e a un personal computer con piattaforma di bordo che permette la lettura automatica delle targhe, il confronto immediato con un database remoto e molte altre opzioni. Grazie alla strumentazione è stato possibile inquadrare e analizzare la targa e quindi identificare il suv, risultato rubato, di proprietà di un 51enne (A.P.Z.). La tecnologia, unita alle indagini della Polizia Stradale, ha poi permesso di andare ancora più a fondo della vicenda. La denuncia sporta dal 51enne è risultata infatti falsa visto che il furto si è poi rivelato frutto di pura fantasia. Non solo, le forze dell’ordine hanno poi appurato che il possessore del veicolo, grazie alla denuncia fasulla, era anche riuscito a farsi indennizzare dalla compagnia assicuratrice. Passato del tempo senza utilizzare il mezzo lo aveva poi rispolverato con disinvoltura, prima di incappare nel controllo della Polizia Stradale.
Il fuoristrada è stato quindi sequestrato e l’uomo deferito all’Autorità Giudiziaria per simulazione di reato e truffa.

adv-254