Valenza: la piscina coperta nel 2015, intanto riaprira’ quella estiva

Dopo l’annuncio della riapertura della piscina estiva il sindaco di Valenza, Sergio Cassano, sguazza nelle polemiche e si toglie qualche soddisfazione ribattendo alle accuse piovute negli ultimi mesi. Il primo cittadino infatti, durante la conferenza stampa di giovedì, ha dimostrato tutta la propria soddisfazione per la promessa rispettata. La struttura all’esterno riaprirà il 14 giugno, dopo gli ultimi obblighi burocratici, e quindi i valenzani potranno tornare ritrovare la tanto discussa piscina. “Non potevo recedere dagli impegni presi quando vidi il famoso consiglio comunale invaso di genitori e appassionati sportivi – ha spiegato il primo cittadino. Tutta questa attenzione montò perché era passato il messaggio, sbagliato, che la piscina avrebbe chiuso. Ma la cosa che mi impressionò di più in quella occasione, fu il fatto che i ragazzini presenti vennero a stringermi la mano e non sono retorico se dico che mi sorrisero tutti. Dico questo per ricordare che anche io ho una figlia piccolina e come molti genitori vorrei consegnare a lei come a tutti i cittadini una piscina funzionale. In più ho anche un figlio grande che, da quando aveva 8 anni, andava a fare i corsi di nuoto proprio lì. È giusto però riconoscere che oggi mio figlio ha 27 anni e quando ha rivisto la struttura è rimasto sconcertato per le condizioni in cui versa. Perciò mi chiedo come mai una città possa aver sprecato in quella maniera i soldi dei cittadini. È stato creato un mostro che può crollare da un momento all’altro. Di fronte a uno scempio simile ho pensato alle future generazioni. Non era possibile mantenere così la struttura”.
La staffilata del sindaco è riservata all’opposizione, definita non senza ironia “Pdr, il partito di Renzi, il aprtito che si è sostituito al Pdl“. Il primo cittadino ha infatti sollecitato gli avversari politici a promuovere “un dialogo, evitando un muro contro muro. Vorrei ci fossero anche gli amici della sinistra nei ragionamenti politici. Per mesi sono andati avanti dicendo che la piscina estiva sarebbe rimasta chiusa. Noi invece la piscina la riapriamo perché siamo persone serie. Io non faccio promesse campate in aria. Le faccio se so di poterle mantenere. Io ho le ‘pinne’ pulite“.

Fin qui le beghe politiche. Tornando agli aspetti pratici la struttura estiva riaprirà il 14 giugno con le tariffe degli anni passati. I cittadini “non pagheranno un centesimo di più“, anche se verranno rimodulate le fasce orarie. Nel frattempo andranno avanti le pratiche per iniziare i lavori sulla struttura coperta. Il proposito è di iniziare con i lavori effettivi a settembre, quando inizierà la demolizione del vecchio complesso. A partire da quella data scatteranno i 12 mesi necessari per completare l’intero percorso. “La volontà è di riaprire quanto prima e quindi nei mesi di settembre-ottobre 2015 – ha spiegato Cinzio Boscolo della ditta Iulio (cooperativa sportiva dilettantistica, capogruppo dell’Ati, associazione temporanea di imprese)”. Lo staff all’interno della struttura sarà costituito dal personale che già lavorava nella piscina. “Tutti i vecchi fruitori troveranno il personale che avevano già conosciuto. Una continuità che quindi proseguirà nel tempo”.
La piscina coperta avrà otto corsie (nel progetto allegato se ne vedono sette ma per una mancata modifica del progetto ndr), sarà larga 17 metri, lunga 25 e avrà profondità variabili da 1.30 a 1.80 metri.Di conseguenza si potrà fare allenamento per attività agonistica come per il caso del nuoto sincronizzato”. La piscina piccola sarà lunga 17 metri con 6 di larghezza. Il complesso, una volta terminato sarà comunque in evoluzione visto che l’intenzione dei costruttori è di aggiungere in futuro spazi fitness, o per attività aggregative. “Tutte implementazioni potranno essere realizzate facilmente nel tempo vista la costituzione modulare della nuova struttura – ha spiegato ancora Boscolo”. Saranno previsti 25 posti auto in più rispetto agli esistenti. “La miglioria verrà attuata una volta completato il percorso di rifacimento, sfruttando anche la diversa collocazione della struttura coperta, girata di 90 gradi a sinistra, guardando dall’ingresso, per sfruttare anche la migliore esposizione rispetto a quella all’aperto”.
Infine le sculture e i bassorilievi di Gualerzi verranno recuperati e ricollocati sul fronte della piscina nuova “dopo che sono stati abbandonati e lasciati a loro stessi, in mezzo all’erba – ha commentato piccato Cassano“.

Prima però di ritrovare la piscina coperta i valenzani potranno consolarsi con quella estiva. Sarà aperta (dal 14 giugno lo ricordiamo ancora ndr) dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 9 alle 19.

adv-818

Valenza: la piscina coperta nel 2015, intanto riaprira' quella estiva