Legati e minacciati con una pistola: venti minuti di terrore in un banco metalli

Ha rimediato un taglio sulla testa dopo essere stato colpito col calcio di una pistola il proprietario di un banco metalli di Valenza, oggetto di una rapina a mano armata martedì pomeriggio, in via Cavour. L’uomo era accorso in aiuto della moglie e della figlia, legate mani e piedi dentro il laboratorio da tre ladri a volto scoperto, due con l’accento straniero. Armati di pistola i malviventi sono entrati con una scusa e, dopo aver immobilizzato le due titolari, oltre a due clienti e un operaio presenti nell’esercizio commerciale, hanno trafugato diversi oggetti in oro argento e platino per un valore totale di circa 100 mila euro. Dopo circa venti minuti sono state proprio le grida d’aiuto delle due donne ad attirare l’attenzione del  padrone del banco metalli, in quel momento di ritorno da alcune commissioni. I tre ladri sono riusciti a scappare nonostante l’opposizione del proprietario che, allertati i Carabinieri, aveva tentato di rallentare la fuga dei criminali. Sono tuttora in corso le indagini, col supporto della Polizia Scientifica.

adv-179