Prima tentano di truffare un cittadino valenzano e poi, in fuga, imboccano l’uscita dell’autostrada contromano

Sono sempre più attrezzati e spudorati i malviventi  artefici delle truffe a danno dei cittadini. Spacciandosi per tecnici dell’Enel, dell’Amag o addirittura per impiegati del catasto riescono a conquistare la fiducia della vittima, per lo più anziana , ed entrare così nelle case dei cittadini per derubarli. Le modalità delle truffe sembrano ricalcare sempre lo stesso schema. I malviventi agiscono quasi sempre al mattino, in due o in tre. Sono di solito persone giovani, tra i 20 e i 30 anni e spesso utilizzano anche falsi tesserini , o addirittura pettorine delle varie società,  per convincere i cittadini a lasciarli entrare in casa. Proprio questo venerdì mattina, un valenzano residente in zona Pelizzari ha avuto suo malgrado a che fare con un finto tecnico dell’Amag. Insospettito da quella strana visita “a domicilio” il cittadino ha tenuto ben chiusa la porta e ha immediatamente allertato le Forze dell’Ordine che, solo poche ore dopo, si sono trovate ad avere nuovamente a che fare con l’auto scura su cui era fuggito il finto tecnico dell’Amag. La macchina, infatti, è risultata la stessa che, sempre questo venerdì,  ha speronato un’altra autovettura sulla A21, in direzione Torino e poi, fuggita dal luogo dell’incidente, ha imboccato l’uscita di Felizzano contromano.

La truffa di questo venerdì per fortuna non è andata a buon fine grazie alla pronta reazione del valenzano e all’immediata richiesta di aiuto alle Forze dell’Ordine. Purtroppo, però, sono stati diversi i casi di cittadini truffati solo nelle ultime settimane. Solo qualche giorno fa una donna di 78 anni residente in centro ad Alessandria è stata derubata di 700 euro da un finto tecnico Amiu e da un fasullo Vigile Urbano. E’ stata invece vittima di una finta impiegata del catasto un’ alessandrina di 81 anni residente in zona stazione. Caduta nella trappola di un finto tecnico Amag e di un falso vigile, invece, una donna di quasi 90 anni di Villa del Foro. Purtroppo i malviventi sono sempre più scaltri e per questo la Questura ha rinnovato l’invito a tutti i cittadini a prestare la massima attenzione, ricordando tutti i consigli utili per difendersi dalla truffe. Primo punto del “Vademecum£ della Polizia di Stato  rimane quello di non aprire la porta e chiamare subito i numeri di emergenza 112 e 113 a ogni minimo sospetto. Attenzione, però deve essere posta anche quando si è in giro per la città. L’invito, soprattutto agli anziani, è a diffidare da chi, con insistenza, offre un aiuto per portare le buste della spesa o si avvicina per chiedere informazioni appena usciti dagli uffici delle Poste o banche. Tutti i consigli per difendervi da truffe, furti e rapine sono nel “Vademecum”della Questura di Alessandria che trovate cliccando Qui

OPUSCOLO_PER_TRUFFE__RAPINE_E_FURTI.pdf