adv-94

ROMA – C’è anche Alessandria nei pensieri di Matteo Salvini. Il ministro dell’Interno, intercettato nella Capitale dagli organi di stampa che gli chiedevano cosa ne pensasse del provvedimento Salva Roma, ha spiegato come il governo stia “lavorando a un decreto crescita complessivo e non credo ci debbano essere Comuni di seria A e di serie B“. Per poi tirare in ballo, come riporta l’AnsaCatania e Alessandria come esempi di municipi con seri problemi di bilancio al pari di quello gestito da Virginia Raggi: “Se c’è un intervento per aiutate tutti i Comuni in difficoltà parliamone. Se c’è invece un intervento per aiutare un solo Comune in difficoltà no“.

Alla domanda se avesse paura di un possibile default della capitale Salvini ha risposto: “Mi spaventa un sindaco (Raggi, ndr) che dice di non avere il controllo della città“. Poi un’ultima stoccata in cui si ribadisce il concetto di un provvedimento per aiutare tutti i municipi d’Italia in difficoltà: “Se vogliamo aiutare i Comuni, da consigliere comunale per vent’anni a Milano sono soddisfatto“.