Erano pronti a raggiungere Genova per poi imbarcarsi per la Tunisia i due cittadini originari del Nord Africa (B.C. e H.J.) residenti in provincia di Novara, fermati dalla Polstrada di Ovada sull’A26. Sul vecchio furgone prestato da un connazionale, i due avevano ammassato ben 8 ciclomotori, tre dei quali risultati rubati a Novara e 7 biciclette, di cui una del valore di quasi 1000 euro. Accertata la provenienza illecita di tre motorini e visto il pericolo di fuga all’estero, i due, di 46 e 29 anni, sono stati arrestati perché gravemente indiziati di ricettazione. Dopo l’interrogatorio di garanzia B.C. e H.J.sono poi tornati nelle rispettive abitazioni in attesa del processo.