adv-951
adv-26
adv-463

VALENZA – Neppure l’etichetta è stata scalfita dal passare dei decenni. Sulla confezione di plastica del detergente per vetri trovata tra le baracche del Po a Valenza si legge ancora chiaramente anche lo sconto di 50 lire proposto all’epoca per invogliarne l’acquisto.

La bottiglia del prodotto per la casa è stata recuperata nei giorni scorsi dai volontari del gruppo “Salviamo il nostro verde” e dagli operatori di Amv Srl poco distante da un ammasso di altri rifiuti abbandonati abusivamente lungo il tracciato della ciclovia VenTo, all’interno delle Aree Protette Po. Un vero reperto di un prodotto entrato chissà in quante case che, però, riemerso da uno strato di terra vicino al fiume fa riflettere su quanto possa essere resistente e inquinante la plastica che utilizziamo tutti i giorni, o che abbiamo utilizzato almeno 30 anni fa.

Quello che abbiamo trovato, sotto un sottilissimo strato di terra, sabbia e polvere è sconcertante: sediamo letteralmente su plastica vecchia di decenni. Ciclicamente, ad ogni piena, il fiume sputa sugli essere umani tutto ciò che non gli appartiene, chiedendo di vergognarci” è stato scritto sulla pagina Facebook del gruppo Salviamo il nostro verde, che in questi giorni porterà al centro di raccolta di Amv srl anche le decine di chili di mattoni,  il televisore, le bottiglie di vetro, la plastica e le piastrelle che qualcuno ha scaricato in mezzo al verde di un’area protetta.

adv-853

In copertina e nella galleria le foto del gruppo “Salviamo il nostro verde”.

Foto bottiglia Aiax Salviamo il nostro verde
Foto bottiglia Aiax Salviamo il nostro verde
Rifiuti salviamo il nostro verde 2
Rifiuti salviamo il nostro verde 3
Rifiuti salviamo il nostro verde 4
Rifiuti salviamo il nostro verde
Condividi:
adv-630
Leggi Anche
X