In due anni ha estorto a un suo conoscente 215 mila euro. I Carabinieri di Acqui Terme hanno arrestato lunedì un 50enne ovadese insieme al suo complice, proprio mentre stava ricevendo dalla vittima altri 500 euro. Tutto è cominciato nel 2012 quando uno dei due malviventi ha più volte minacciato un suo coetaneo costringendolo a effettuare continui prelievi sul conto in banca e farsi consegnare il denaro. Frequentatore di diversi locali notturni genovesi, l’uomo non aveva alcuna intenzione di cambiare regime di vita, nonostante fosse rimasto senza soldi. Per essere più convincente, negli ultimi tempi l’estorsore era stato affiancato da un amico, già noto alle forze dell’ordine. Qualche mese fa la vittima ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri. I due arrestati si trovano ora in carcere ad Alessandria, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che nei prossimi giorni li giudicherà per i gravi fatti commessi.