ACQUI TERME – L’intervento di due Carabinieri fuori servizio ha permesso di salvare un ristoratore di un paese dell’acquese che ha tentato di togliersi la vita respirando i gas di scarico della sua vettura.

I due militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Acqui Terme, il brigadiere Giovanni Goglione e l’appuntato scelto Qualifica Speciale Giovanni Beccaro, poco prima delle 13 di questo lunedì sono entrati nel locale e si sono insospettiti e preoccupati per l’insolita assenza del titolare all’ora di punta del pranzo. Usciti a cercare l’uomo, i due Carabinieri l’hanno trovato in tempo.

Il ristoratore, chiuso in una vettura parcheggiata in un box di sua proprietà, aveva già perso i sensi. Spaccato il finestrino ed estratto l’uomo dall’auto invasa dal letale gas, i Carabinieri hanno iniziato le manovre per rianimare il ristoratore supportati anche da un medico fuori servizio intervenuto in soccorso e al personale del 118 che ha poi trasportato il ristoratore al Cto di Torino. Sottoposto alle cure del caso l’uomo non dovrebbe essere in pericolo di vita.

adv-787