Coldiretti
adv-141

PIEMONTE – Scontro aperto tra Coldiretti Piemonte e il nuovo assessore regionale all’agricoltura, Marco Protopapa. L’associazione agricola non ha infatti gradito la nomina, nello staff dell’assessore, di due figure di rilievo della Cia e di Confagricoltura. L’accusa è di aver adottato una scelta non equidistante e di non aver mantenuto “una forte terzietà verso il mondo di rappresentanza sindacale”.

Coldiretti quindi ha annunciato un approccio bellicoso nei prossimi mesi: “Per ora possiamo solo prendere atto, però, che quanto accaduto è una scelta politica ben chiara contro Coldiretti. E pertanto, vi marcheremo stretti senza dar tregua, come è nostro dovere, e ci incontreremo nelle piazze ogni volta in cui avremo il solo sospetto che strane “manine” provino a far indietreggiare le nostre imprese”.

Illazioni pretestuose ha replicato l’assessore Marco Protopapa. Convinto che “non sia opportuno creare un problema dove non c’è. Ho scelto persone competenti che conoscevo, quasi tutte dell’Alessandrino, ognuna con una mansione specifica, senza guardare alla provenienza. Io mi sono preoccupato solo che fossero esperte nei vari ambiti agricoli”. Protopapa rimarca anche come il suo staff abbia incluso anche l’associazione agricola che oggi protesta: “All’interno del mio staff ho una rappresentante della Coldiretti forse senza un ruolo importante come gli altri ma questo dimostra la mia linea aperta e inclusiva. Mi spiace si insinui un sospetto inesistente. Il mio assessorato, lo dimostreremo, è aperto al dialogo e disponibile ad ascoltare tutti gli agricoltori. Non ci saranno preferenze verso nessuno”.

adv-385