Francesco e Alessandro a Praga
adv-551

ALESSANDRIA – Nuova tappa dell’Interviaggio di Alessandro e Francesco. Partiti da Alessandria in Interrail hanno raggiunto Praga ed ecco il loro resoconto:

Praga è immensa, se vuoi ti ci puoi perdere salendo su un tram che ti porta fino all’estrema periferia. Tanti, quasi tutti, la conoscono per il suo sfarzoso centro storico, per la sua storia fatta di guerre, da quella dei trent’anni fino al secondo conflitto mondiale, che l’ha portata ad avere un enorme patrimonio per l’umanità: il ghetto ebraico. Al suo interno si nasconde un enorme cimitero, che porta tutti, e dico tutti, i nomi delle persone che sono state torturate, uccise e disperse dal Nazismo.

Senza nulla togliere alla città vecchia, sormontata da uno splendido castello e tagliata in due dell’imponente fiume Moldava, noi vogliamo raccontarvi la storia di un pomeriggio di pioggia trascorso su in tram. Direzione Praga 12, come detto prima la periferia, chiamata dai cittadini “la città nuova”. Qui grattacieli in costruzione di potenti multinazionali vengono interrotti da quartieri colorati, caratterizzati da grandi mercati ortofrutticoli. Abbiamo visto il quartiere Vietnamita più grande del mondo e il mercato delle pulci più importante dell”Europa centrale. Ma soprattutto abbiamo trovato i veri abitanti di Praga. Quelli che non sono abituati ai turisti e che di conseguenza ne sono incuriositi, tanto quanto lo siamo noi. Abbiamo scoperto la vita vera all’interno di una grande Metropoli.

adv-67

Insomma, come avrete capito Praga ci è piaciuta, anche molto. In futuro ci ritorneremo, ma fino a quel momento la terremo nei nostri cuori, come ogni tappa del nostro magnifico viaggio.