adv-900
adv-218
adv-302

CASALE MONFERRATO – Casale Monferrato corre ai ripari contro la proliferazione di zanzara tigre in piazza Statuto e ai giardini di via Redipuglia. Durante il monitoraggio effettuato nei primi 15 giorni di agosto le ovitrappole sistemate nella città monferrina hanno catturato 2921 uova tra il verde di piazza Statuto e 3171 in via Redipuglia.

Numeri 5/7 volte superiori a quelli dl precedente monitoraggio e che normalmente gli esperti si aspettano tra fine la fine di agosto e l’inizio settembre.

La zanzara tigre, ha spiegato l’entomologa Maddalena Vietti Niclot, preferisce il caldo umido della fine dell’estate, periodo in cui normalmente la presenza dell’insetto aumenta e si fa più aggressiva. Quest’anno, però, la zanzara ha anticipato i tempi, forse complice anche il clima di questa estate.

adv-263

Già effettuata nei giorni scorsi la disinfestazione di caditoie e tombini, questa notte verrà effettuato l’intervento “straordinario” nelle due aree verdi per abbattere la popolazione adulta con prodotti a base di piretroidi. “Grazie a IPLA e alla dottoressa Maddalena Vietti Niclot per l’importante lavoro svolto nella lotta alla proliferazione della zanzara tigre e nella tutela della salute dei casalesi” hanno sottolineato il sindaco Federico Riboldi e l’assessore all’Ambiente Maria Teresa Lombardi.

La “tigre” ha ricordato Maddalena Vietti Niclot è detta anche “zanzara urbana” e molti dei focolai di sviluppo delle larve sono nelle case private, nei sottovasi, e in tutti i contenitori dove ristagna acqua. I tecnici del progetto regionale contro le zanzare, coordinato da Ipla, non possono fisicamente a entrare in tutte le case dei casalesi. Per eliminare il problema “zanzara tigre” il cittadino, quindi, “deve dare una mano ai tecnici” evitando i ristagni d’acqua e usando prodotti larvicidi.

f6d5d138-16c1-4d6c-a29c-0fc15eb2e6a4
0cab8bc6-0a67-4532-9dc6-103b2ac5cb8e
13e3553c-eb8b-4be7-b01e-add248764fa4
Condividi:
adv-953
adv-420
Leggi Anche
X