adv-278

BASALUZZO – Anche il mondo del calcio è in lutto per la morte di Alex Zambrano, il ragazzo di 18 anni di Basaluzzo il 9 agosto coinvolto in un grave incidente lungo la strada tra Casal Cermelli e Bosco Marengo.

Da quel drammatico giorno Alex era ricoverato in ospedale in prognosi riservata, ma purtroppo non ce l’ha fatta.  Solo un mese fa aveva incontrato Massimo Aurelio, il suo “coach“, come lo chiamava scherzosamente, per parlare della prossima stagione calcistica. Alex era “il pupillo” del Direttore Sportivo, come ha scritto nel suo ricordo sulla pagina Facebook della Pozzolese Giovanile. Come ha poi raccontato a RadioGold, era stato proprio il Ds a fare esordire Alex nel campionato di prima categoria nell’incontro tra la Pozzolese e l’Ovadese. Massimo Aurelio quell’anno aveva chiesto in prestito Alex alla G3 Real Novi, squadra dove l’attaccante ha poi giocato quella che si è tragicamente rivelata la sua ultima stagione: “Aveva segnato 16 gol”.  Alex amava il calcio, in campo “vedeva la porta” ma soprattutto, ha ricordato il suocoach”, era “un ragazzo di soli 18 anni, solare, educato e che sapeva farsi volere bene”.

La foto è tratta dalla pagina Facebook dell’US Pozzolese Giovanile

adv-750