adv-724

PROVINCIA – Anche in provincia di Alessandria scatta oggi il nuovo anno scolastico. In tutto sono 46.418 gli alunni, dall’infanzia alle superiori. Rispetto al 2018 è stato mantenuto il livello di organico anche se sono diminuiti gli studenti, scesi di 1.177 unità. Invariato, invece, il numero di classi, 2355 unità: la media degli alunni per ogni classe è quindi diminuita, da 20,29 dell’anno scorso a 19.7.

“Un tempo si diceva che la scuola è palestra di vitaha sottolineato il sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco “questa dimensione educativa e questo potenziale formativo insito nelle istituzioni scolastiche e, certamente, nelle scuole cittadine meritano di essere particolarmente sottolineati. La ragione è semplice. Per un verso, questa affermazione mi sembra particolarmente appropriata proprio in riferimento all’avvio del nuovo anno scolastico. Per altro verso, unire la parola “scuola” con la parola “vita” crea un binomio davvero formidabile: un nucleo semantico che può costituire una sorta di “stella polare” utile anche per la nostra comunità alessandrina”.

“Una “stella polare” innanzitutto per i docenti e tutto il personale a vario titolo coinvolto nella gestione delle scuole affinché guardino con senso di responsabilità, ma anche con il giusto orgoglio, la missione educativa loro affidata: una missione non semplice, ma certamente affascinante perché chiamata a consolidare il patrimonio cognitivo, intellettuale, relazionale, esperienziale, creativo e di sensibilità di vita degli studenti. Una “stella polare” per gli stessi bambini e ragazzi delle nostre scuole, di ogni ordine e grado, dal momento che l’efficacia dell’apprendimento è direttamente proporzionale all’impegno dell’applicarsi e a quanto ciascuno degli studenti intenda investire su se stesso, allenandosi (in quella meravigliosa “palestra di vita” che è la scuola) a gestire la complessità della vita senza rinunciare alla ricerca delle proprie più autentiche inclinazioni e, al contempo, vivendo questo allenamento “insieme-agli-altri”, con senso civico, di responsabilità e di altruismo, per quanto possibile. Una “stella polare”, infine, per noi stessi amministratori locali e per l’intera comunità cittadina. Sì, perché la qualità delle esperienze scolastiche si riflette – in un gioco di simmetrie che non andrebbe mai dato per scontato – nella qualità della vita amministrativa e del servizio reso alla comunità, così come nella vivacità e determinazione, nella concretezza e ottimismo degli stessi cittadini e delle loro espressioni sociali, imprenditoriali, culturali e associative. Per tutti questi motivi, giunga ai nostri studenti, alle loro famiglie, ai docenti e a tutto il personale un sincero e ottimistico augurio di buon inizio del nuovo anno scolastico!”. 

adv-197

“La scuola è luogo di persone, sensazioni, immagini ed esperienze” le parole dell’assessore ai Servizi Educativi di Alessandria Silvia Straneo “un luogo fondamentale per la vita di una comunità, per la sua storia e il suo sviluppo nel tempo. È un luogo dove, soprattutto, ognuno è chiamato ad essere “protagonista”: un obiettivo che riguarda i nostri bambini e ragazzi, ma al contempo non esclude affatto il pieno coinvolgimento delle famiglie. Genitori, nonni, familiari dei tanti nostri studenti, insieme ai docenti e al personale amministrativo e tecnico di supporto, ai volontari, ai manutentori, ai ristoratori, ai dirigenti scolastici e amministratori locali. Tutti insieme potremo salutare l’avvio del nuovo anno scolastico anche nella nostra città con la consapevolezza che l’apporto di ciascuno – unito a quello dell’intera comunità alessandrina – contribuirà certamente a rendere arricchente, bella, utile e proficua per ciascuna studentessa e per ciascun studente questa fondamentale esperienza educativa che, da Carlo Magno in poi, cerca di favorire il più possibile “per ogni ceto sociale” la fruizione del sapere e delle conoscenze”.

Infine tre scuole alessandrine saranno visitate questa mattina dall’assessore regionale alla Cultura Vittoria Poggio. Alle 9 Poggio sarà alla scuola primaria Bovio, alle 10 all’Itis Volta e alle 11 al Conservatorio Vivaldi.

adv-43