Telecamere
adv-684

ALESSANDRIA – A breve cinque semafori di Alessandria saranno monitorati da telecamere permettendo di individuare gli automobilisti che oltrepassano gli incroci nonostante il rosso, come già avviene, per esempio, all’incrocio tra via Marengo e Spalto Marengo. La collocazione avverrà nei punti con maggior numero di incidenti: Via Marengo/Via Don Bosco/Vle Massobrio (9 corsie); L.go Tanaro San Martino/Solferino/ponte Meier (7 corsie); C.so C. Marx/Via Casalcermelli (6 corsie); C.so Acqui/Via Casalcermelli (6 corsie); San Giuliano Vecchio_S.R. 10/S.P. 150 (3 corsie); Via Forlanini S.P. 79 (3 corsie).

Sebbene l’installazione ancora non sia partita la novità già fa discutere, almeno al Cristo. Il battagliero consigliere comunale Maurizio Sciaudone infatti non contesta la volontà dell’ammnistrazione di “colpire chi viola il codice della strada e la legge” ma, puntualizza, “prima è necessario intervenire per regolare meglio una delle zone più trafficate del quartiere che conta quasi trentamila abitanti“. Sciaduone reclama “innanzitutto uno studio dei flussi di traffico e una modifica dei tempi semaforici, oltre a interventi mirati per migliorare la viabilità in corso Acqui, sia all’altezza dell’incrocio fra via Casalcermelli e via Casalbagliano, sia lungo l’intero tratto che fra restringimenti, parcheggi selvaggi (un po’ dappertutto, ma in particolare all’incrocio, regolato dal semaforo, dove c’è anche una scuola) e lo scarso controllo è preda di un caos che non fa bene né ai residenti, né alle attività commerciali di un quartiere che non solo sta conoscendo una nuova vita, ma continua a registrare eventi innovativi e iniziative di valorizzazione“.

Sciaudone invita in particolare a esaminarei tempi dei semafori che hanno dei ‘verdi’ in contemporanea” all’origine di lunghe code che spingerebbero “gli automobilisti indisciplinati a passare con il rosso e a compiere manovre pericolose“. “Non penso sia un ostacolo insormontabile – aggiunge – accompagnare questi interventi con una revisione delle schede e degli impianti semaforici. Lasciare tutto come è adesso e installare solamente il ‘Vista Red’ non è certo sufficiente per gestire il traffico, ma lo è per gestire i flussi di cassa“.

adv-234

Sul tema il Vice Sindaco, Davide Buzzi Langhi, precisa però che la futura installazione delle videocamere ai semaforiè funzionale a un decremento degli incidenti nei punti più critici della città“. Sul Cristo poi condivide “le problematiche di un quartiere che sta vivendo un periodo di felice vivacità commerciale che determina quindi anche un incremento del traffico. Questo è un bene dal punto di vista economico anche se determina delle criticità cui presteremo attenzione. Sarà comunque nostra cura intensificare i controlli nel quartiere anche sul fronte traffico“.