centro cottura
adv-752

ALESSANDRIA – “Problematiche all’ordine del giorno”. I sindacati Uiltucs Uil e Filcams Cgil hanno definito come “gravissima” la situazione all’interno del centro cottura Artana di Alessandria per i lavoratori e le lavoratrici. Le parti sociali hanno così proclamato lo stato di agitazione a fronte dei “ritardi nei pagamenti degli stipendi, della mancanza dei dispositivi di sicurezza individuali, delle difficoltà oggettive nella preparazione dei pasti e infine, delle violazioni continue delle più basilari norme contrattuali“.

Uiltucs Uil e Filcams Cgil hanno così chiesto e ottenuto un incontro in Prefettura, programmato il prossimo 24 settembre, alla presenza di tutte le parti in causa. “È prevista anche la presenza del Comune di Alessandria che ricordiamo essere la committenza e quindi responsabile in solido hanno sottolineato le parti sociali “chiederemo alla Prefettura di ascoltare la voce dei lavoratori e delle lavoratrici che, in modo compatto e uniti, vogliono finalmente il rispetto dei loro diritti.

A complicare la situazione si aggiunge anche il licenziamento di due lavoratori, secondo i sindacati avvenuto con “motivazioni prive di fondamento, guarda caso subito dopo aver proclamato lo stato di agitazione e quindi durante la lotta messa in campo in questi giorni. Difenderemo i lavoratori colpiti da questo provvedimento attraverso i nostri studi legali”.

adv-589