adv-432

CASALE MONFERRATO – Il Comune di Casale ha preso a cuore la storia di Patrizio, il pensionato costretto a vivere da due anni in sistemazioni di fortuna, tra cui una tenda montata all’interno del parco Cittadella. L’Amministrazione ha ricevuto la segnalazione dalla Polizia Locale e “in meno di un giorno ha trovato una soluzione“. L’uomo è stato sistemato temporaneamente in una casa di riposo per dargli assistenza medica e ospitalità. Durante la situazione transitoria il Comune provvederà a cercare una sistemazione abitativa e un sostegno per consentire a Patrizio di poter vivere con dignità.

«La notizia ci ha molto colpito – commentano il Sindaco Federico Riboldi e l’Assessore ai Servizi Sociali Luca Novelliesiste una soglia di dignità sotto la quale nessuna persona dovrebbe trovarsi. Compito di chi amministra è di essere al fianco delle persone sempre, soprattutto quando devono affrontare situazioni come queste. È sempre più dura offrire un sostegno concreto alle persone in difficoltà, soprattutto ad italiani con grande dignità come Patrizio che prima di chiedere qualcosa, dopo una vita di lavoro, preferiscono una tenda in Cittadella. Ora la priorità è aiutare Patrizio a poter ripartire. Ringraziamo il corpo di Polizia Locale, il Servizio Socio Assistenziale e tutta la direzione della Casa di Riposo di Casale Monferrato per il celere intervento coordinato che ci ha permesso di risolvere una prima  parte di queste triste storia. Questi episodi devono servire da monito a tutti noi per aumentare ancora di più l’impegno nell’affrontare le situazioni di disagio che colpiscono i nostri cittadini».