adv-571

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Gli agricoltori della provincia di Alessandria sono preoccupati per il maltempo che ha battuto il territorio dalla scorsa notte. Prosegue quindi, spiega Coldiretti, il “monitoraggio continuo di fiumi e corsi d’acqua per la Pianura alessandrina, Alto Monferrato, Valle Bormida, Valle Lemme (dove nelle ultime tre ore a Fraconalto sono caduti oltre 76 mm di pioggia), Valle Stura e Valle Orba e anche nella Val Curone, in Val Borbera, compresa la Valle Scrivia. Chiusi i guadi a Marcarolo e Gavi e massima attenzione nell’Ovadese per i torrenti Stura e Orba“.
Di conseguenza rimane “alto il livello di attenzione nelle campagne lungo gli argini per il rischio di esondazioni e allagamenti: in tale situazione sono a rischio i terreni, le colture e le imprese agricole che possono subire ingenti danni alle produzioni“.

“Nelle campagne continua lo stato di allarme per la paura dell’arrivo di nubifragi e della grandine. Massima attenzione, quindi per le forti precipitazioni e i temporali che potrebbero causare limitate esondazioni dei corsi d’acqua e attivazione dei fenomeni di versante – hanno affermato il Presidente e il Direttore di Coldiretti Alessandria Mauro Bianco e Roberto Rampazzo. Non dobbiamo dimenticare che gli improvvisi cambiamenti climatici si abbattono su un territorio reso più debole dalla cementificazione e dell’abbandono delle aree marginali, ma anche della mancanza di programmazione adeguata che valorizzi il ruolo di chi vive e lavora sul territorio come gli agricoltori. Occorre creare le condizioni affinché si contrasti la scomparsa delle campagne, garantendo un giusto reddito agli agricoltori e valorizzandone il ruolo ambientale, anche attraverso l’approvazione della nuova legge sul consumo di suolo”.