adv-347

AGGIORNAMENTO ORE 22.30: il punto della situazione ad Alessandria col Dirigente del Servizio Protezione Civile del Comune di Alessandria, Marco Neri. “Il Bormida sembra stabile, intorno ai 9 metri. Stiamo monitorando anche il Tanaro, a monte i valori sono in crescita ma ancora sotto la soglia di attenzione. Ci aspettiamo anche una crescita del fiume ad Alessandria ma siamo fiduciosi, non ci aspettiamo una piena straordinaria del Tanaro”.

La piena del Tanaro è prevista nella tarda mattinata di domenica. 

AGGIORNAMENTO ORE 21.30: Il Comune di Alessandria ha fatto sapere che il fiume Bormida sta giungendo al colmo di piena nella zona di Cassine e si evidenzia una lieve flessione, in discesa, del livello del fiume determinata dalla contestuale diminuzione dei valori dell’Orba.

Ad Alessandria il Bormida è stabile su valori che si attestano intorno ai 9 metri e viene costantemente monitorato.

Il fiume Tanaro attualmente non desta preoccupazioni. I valori idrometrici della stazione di Montecastello sono attualmente attestati intorno al 7.50 metri e sono esclusiva conseguenza dell’apporto della piena di Bormida alla confluenza fra i due fiumi. Il colmo di piena del fiume Tanaro è previsto ad Alessandria nella tarda mattinata di domenica.

adv-226

AGGIORNAMENTO ORE 19.45: Ad Alessandria sta calando la piena del Bormida, visto il contemporaneo calo dell’Orba a Casal Cermelli. Nell’ultimo rilevamento il livello è passato da 8.95 a 8.75 metri. “Stanotte potrebbe però piovere sul bacino dell’Orba e quindi anche il livello del Bormida potrebbe alzarsi. Nelle prossime ore capiremo se la pioggia tornerà intensa sugli appennini” ha detto a Radio Gold Alberto Maffiotti, direttore Arpa Alessandria “Non ci sono problemi, invece, sul bacino dello Scrivia. Il Tanaro sarà una situazione da monitorare domenica mattina, al momento non c’è assolutamente alcun problema”. 

AGGIORNAMENTO ORE 18.20: segnalati allagamenti nelle frazioni Casalbagliano e San Michele. Allagamenti a Frugarolo in frazione Cabannoni per esondazione rio Lovassina.

AGGIORNAMENTO ORE 17.25: Il Comune di Alessandria ha fatto sapere che è prevista una continuazione della perturbazione che sta interessando il nostro territorio con particolari criticità sul bacino di Bormida. Attualmente il fiume, a livello del ponte, si attesta intorno agli 8.50 metri con livelli che, purtroppo, risultano in costante crescita. L’arginatura su sponda sinistra (verso Panorama) è stata consolidata e Aipo ha provveduto alla chiusura dei varchi. La zona è pertanto in sicurezza.

Sulla sponda destra del fiume Bormida la situazione presenta criticità maggiori tanto che localmente potrebbero verificarsi eventuali esondazioni. Pertanto si sta procedendo ad un allertamento di tutti gli insediamenti che potrebbero essere potenzialmente interessati.

Il fiume Tanaro è costantemente monitorato, ma attualmente si trova al di sotto dei livelli di guardia e di attenzione.

Restano criticità nelle frazioni di Spinetta Marengo e Litta Parodi a causa dell’esondazione del rio Lovassina, a Valmadonna, a San Michele dove sono esondati i rii minori, a Cantalupo dove si è allagata la zona compresa fra via Pavese e via della Pace.

Foto tratta dalla pagina Facebook del Comune di Alessandria.

La video intervista al sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

AGGIORNAMENTO ORE 15: vista la chiusura del Ponte Bormida i caselli di Alessandria Ovest e Est sono fruibili gratuitamente. 

AGGIORNAMENTO ORE 14.40: il sindaco Cuttica di Revigliasco ha disposto l’annullamento della partita di calcio Juventus U23-Gozzano prevista per domenica alle 15, allo stadio Moccagatta.

Sulla pagina Facebook del Comune di Alessandria il sindaco Cuttica di Revigliasco ha postato un videomessaggio: “Interverremo sul Bormida con la chiusura dei fornici da lato Panorama e attenzioneremo il Tanaro. Tutta la situazione è sotto stretto monitoraggio”.

“Sul Tanaro prevista una piena nella notte tra sabato e domenica” ha sottolineato l’assessore Paolo Borasio sulla pagina Facebook del Comune di Alessandria.

AGGIORNAMENTO ORE 12.45 : È stata predisposta in questi minuti la chiusura del Ponte Bormida lungo la Sp 10 tra Alessandria e Spinetta a partire dalle 13.45.

AGGIORNAMENTO ORE 12.30 – A Spinetta è stata predisposta la chiusura di via Genova per allagamenti. La situazione in piazza della chiesa alle 11.30. Il video è postato sulla nostra pagina facebook.

AGGIORNAMENTO ORE 12.00 – La situazione del ponte Bormida ad Alessandria. Zona centrale idroelettrica.


AGGIORNAMENTO ORE 10 – In via precauzionale il Comune di Alessandria ha disposto l’evacuazione delle aree golenali del Bormida. Nel video la diretta Facebook di RadioGold  in zona in zona Casetta ad Alessandria delle 9.42.


AGGIORNAMENTO ORE 09.21 – Il Comune di Alessandria sta predispondendo l’evacuazione delle aree golenali del fiume Bormida, in zona Casetta. L’evacuazione, ha spiegato l’assessore alla Protezione Civile, Paolo Borasio, è stata disposta “in via precauzionale” per prevenire eventuali disagi che potrebbero verificarsi nelle prossime ore. “Il Bormida è ancora basso, a circa 5 metri ma cresce in maniera costante con un ritmo di 50 cm all’ora. L’evacuazione è un primo passo per prevenire eventuali possibili disagi che potrebbero verificarsi nelle prossime ore”. Anche il fiume Tanaro è costantemente monitorato, al momento è comunque “abbondantemente sotto i livelli di guardia”.

Di seguito l’audio dell’intervista all’assessore Paolo Borasio.

AGGIORNAMENTO ORE 09 –  Nuovi allagamenti a Spinetta Marengo a causa del Rio Lovassina. Di seguito la diretta Facebook di RadioGold lungo via Genova delle 08.54 del mattino di questo sabato 23 novembre.

SP 207 chiusa da #Molare fino alle Frazioni di San Luca e Olbicella di #Molare #allertameteoPIE

AGGIORNAMENTO ORE 08.31 – Il nostro territorio è di nuovo costretto a fare i conti con il maltempo con una allerta arancione estesa a gran parte dell’Alessandrino. Già dalle prime ore d questo sabato mattina si stanno verificando disagi e allagamenti a Spinetta e a Litta Parodi per l’esodanzione del Rio Lovassina. Come segnalato dalla Protezione Civile, oltre a Strada Frugarolo a Litta Parodi, sono poi chiuse strada delle fontane a Rocca Grimalda e il tratto della Sp98 tra Pontecurone e Viguzzolo.

AGGIORNAMENTO ORE 07.31 – Primi disagi lungo le strade della provincia a causa del maltempo. Come segnalato sulla pagina Facebook della Protezione Civile della Provincia di Alessandria, è chiusa via Frugarolo a Litta Parodi ad Alessandria per esondazione Rio Lovassina. Allagamenti sono segnalati dalle 5.45 anche a Spinetta Marengo, sempre a causa del Rio Lovassina. Dalle 5 di questo sabato 23 novembre è chiusa anche la strada comunale “Trinità da Lungi ” che collega Castellazzo Bormida alla frazione Fontanasse.

Disagi anche in autostrada. Sulla A7 Milano-Genova dalle 05.02 il traffico è bloccato causa straripamenti tra Svincolo Genova Bolzaneto (Km 125,8) e A7 Allacciamento A12 Genova-Rosignano (Km 128,7) in entrambe le direzioni dalle 05:02 del 23 novembre 2019.  Controllare sito autostrade per italia prima di mettersi in viaggio.

 

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Potrebbe essere un sabato molto complicato dal punto di vista del maltempo sul nostro territorio. Previsti sabato nuovi temporali diffusi, con allerta Arancione per rischio idrogeologico e idraulico, diramata da Arpa Piemonte nell’ultimo bollettino.

Sono sotto la massima attenzione e vigilanza soprattutto le aree appenniniche e collinari dell’Alto Monferrato Ovadese, Novese e Acquese e delle valli Curone, Grue, Ossona, Borbera, Spinti. Saranno successivamente interessate anche le aree della pianura e zone collinari alessandrine, casalesi e valenzane.

La ricaduta su territori già colpiti da precedenti eventi può tuttavia comportare fenomeni di particolare rilevanza.

Si evidenzia un elevato pericolo di fenomeni franosi dei versanti che possono interessare sia aree con frane attive che con frane quiescenti che vengono riattivate dai nuovi eventi atmosferici.

Inoltre il reticolo idrografico minore potrebbe non essere in grado di smaltire i nuovi afflussi, generando allagamenti puntuali, specialmente in prossimità di intubamenti o attraversamenti di infrastrutture.

Saranno successivamente interessati tutti i corsi d’acqua maggiori.

Nella riunione in Prefettura è stato disposto il monitoraggio su tutto il territorio, in particolar modo in quelle aree già pesantemente colpite dagli eventi franosi e alluvionali di queste ultime settimane.

I sindaci di quelle zone sono stati invitati a un attento monitoraggio del territorio e ad attivare tutte le precauzioni prescritte nel loro piano di protezione civile anche attivando i propri centri operativi comunali.

Tenuto conto dell’attuale situazione di particolare complessità, si invita la cittadinanza a evitare di mettersi in viaggio nelle zone appenniniche e collinari, nelle zone rivierasche dei corsi d’acqua. Massima attenzione ai sottopassi stradali e pedonali e ai guadi non ancora chiusi. Usare l’auto solo per impellente necessità a partire da stanotte.