adv-690

ALESSANDRIA – Anche i bicchieri di plastica e gli accessori sono viola, in tinta con la nuova poltrona odontoiatrica dell’ambulatorio di Labiopalatoschisi dell’Ospedaletto Infantile di Alessandria. L’associazione “Un sorriso per loro” è riuscita ad acquistare il comodo e super accessoriato “riunito” grazie all’aiuto della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e sostituire così la vecchia poltrona che da anni veniva usata per visitare e curare bambini e ragazzi nati con la malformazione del palato comunemente nota come “labbro leporino”.

La Labiopalatoschisi è una malformazione rara, colpisce un bambino nato ogni mille. Ogni anno ad Alessandria, però, i nuovi casi chirurgici sono dieci. L’Ospedaletto, hanno spiegato Claudio Carlini, dirigente medico della Chirurgia Pediatrica e il primario, Alessio Pini Prato, è diventato un riferimento ben oltre i confini regionali. All’intervento chirurgico per correggere la malformazione seguono anni di cure ortodontiche che il sistema sanitario nazionale fatica a garantire e che, invece, l’ambulatorio di Alessandria assicura in maniera completamente gratuita grazie all’attività volontaria dei professionisti dell’associazione “Un sorriso per loro”, presieduta da Marcello Canestri.

adv-731

Oggi l’ambulatorio segue dagli 80 ai 100 pazienti all’anno. Arrivano da tutto il Piemonte, dalla Valle d’Aosta e persino dalla Sicilia e vengono visitati 5 o 6 volte in dodici mesi. Un totale di circa 600 accessi annui e altrettante prestazioni mediche offerte gratuitamente dal dottor Marcello Canestri, dal suo “braccio destro” Marilena Vaccarella, dall’ortodontista Maria Elena Pisano e dal giovane collega Francesco Di Corato, insieme all’igienista Francesca Vaccarella e all’infermiera Rosa Taddeo. Un team che vive l’ambulatorio all’Ospedaletto come “una missione”, ha raccontato e che avrebbe bisogno dell’aiuto di giovani odontoiatri che si occupano di ortodonzia per proseguire un lavoro che dal 1993 ad oggi ha già permesso a tanti bambini diventati adulti di risolvere completamente il problema del labbro leporino.