adv-984

ALESSANDRIA – C’è un posto dove i giovanissimi studiano i classici del teatro, leggono i testi, li approfondiscono, ne scoprono le più importanti versioni registiche. E’ un teatro dove gli stessi ragazzi sono invitati a seguire la stagione e si appassionano a ciò che vedono, dove si parla di arte, di musica e della stretta connessione di tutto ciò che esprime il bello.

Questo si scopre andando agli aperitivi teatrali del Teatro San Francesco (tra l’altro, ad ingresso libero), il cui primo appuntamento è stato ieri, mercoledì 23 gennaio. In scena, i tanti alunni dai 13 ai 16 anni del corso di teatro della Compagnia Stregatti, guidati dalla regia di Giusy Barone, con una restituzione da “Il Gabbiano” di Cechov. In quindici intensi minuti, un omaggio all’importante versione registica di Nekrošius (e anche di questo si è parlato nel corso), con l’inserimento del motivo dell’acqua, purificatrice e contaminatrice al contempo, e un impegno, da parte dei giovanissimi protagonisti, veramente notevole. Perché non c’è nulla di superficiale nel loro modo di affrontare il teatro, nella didattica che parte dalla lettura e dalla comprensione, nello studio necessario al mettersi in gioco. Gioco è (e certo anche divertente), ma da prendere sul serio, come i giochi più belli. Gli stessi ragazzi stanno provando, per lo spettacolo di fine corso, “Lisistrata”, mentre il gruppo degli allievi più piccoli si cimenterà in “Gli uccelli”, testi entrambi di Aristofane. Il periodo estivo sarà imperniato sul teatro greco e culminerà con “Le baccanti” di Euripide, con tutta la compagnia Stregatti e la partecipazione degli allievi di tutte le età.

Al termine della “pillola” de “Il gabbiano”, l’aperitivo offerto dalla Compagnia Stregatti ha consolidato l’atmosfera conviviale che si respira sempre al San Francesco, sede non solo della rassegna invernale MARTE, ma anche dei corsi, delle rappresentazioni estive (nel bel chiostro interno) e di occasioni teatral-mangerecce come appunto gli aperitivi teatrali.

Fino alla fine di gennaio il programma della Stagione MARTE -Nodi al San Francesco prevede ben due spettacoli, il cui primo sarà “Spoglie”, tratto da Le Troiane di Euripide e messo in scena sabato 25 e domenica 26 dagli Stregatti (posti limitati, quindi consigliata la prenotazione) e, sabato 31, “Belvedere” con Anna Mazzamauro e Cristina Bugatty.

Per tutti i particolari della programmazione al San Francesco https://www.teatrostregatti.it/