ambulanza
adv-842

ALESSANDRIA – C’è anche un gruppo di volontari della Croce Rossa di Alessandria tra gli addetti ai controlli all’aeroporto Caselle di Torino nell’ambito del programma di controllo e contenimento del Coronavirus. L’opera di controllo si svolge dall’apertura dello scalo sino alla sua chiusura, che poi coincide con l’arrivo e la partenza dei voli.

Giornalmente di solito i volontari della Cri sono una decina e arrivano da tutte le parti del Piemonte secondo turni prefissati settimanalmente. Questa volta è toccato, nella giornata di giovedì 13 febbraio, a tre militi provenienti dalla sede di Alessandria. Oggi, venerdì 14 febbraio, invece saranno due i volontari – sempre dell’alessandrino – ad agire all’aeroporto torinese.

Il loro compito è quello di misurare la temperatura corporea, con appositi termometri a infrarossi, dei passeggeri atterrati e che provengono da scali considerati a rischio contagio. In caso di febbre o di altri sintomi sospetti gli operatori della Cri applicheranno il protocollo diramato dal Ministero della Salute. I viaggiatori sospettati di aver contratto il Coronavirus saranno scortati in stanze apposta dove verranno fatti i primi test del caso alla presenza di un medico. Al momento negli aeroporti piemontesi non si sono verificati casi sospetti.