adv-454

VALENZA – Si chiama Banca del Tempo ed è una iniziativa che porta le persone a scambiare a titolo gratuito il loro tempo mettendolo a disposizione di chi ne ha più bisogno. La Direzione Didattica di Valenza ha abbracciato questo progetto, nato in Gran Bretagna trovando un grande seguito in tutta Europa, e accolto con entusiasmo dagli organi collegiali delle scuole elementari Don Minzoni e Sette Fratelli Cervi.

La voglia, dei docenti, del personale ATA e dei genitori di offrire agli alunni ambienti didattici e fisici sempre più stimolanti ha avuto il sopravvento e, ora, quella semplice idea è divenuta un’esplosione incontenibile“, si legge nella nota pubblicata su Facebook dalla Direzione Didattica valenzana. I genitori hanno così tinteggiato le aule, abbellendole e rendendole luoghi unici nonché stimolanti. Un impegno impagabile da parte di tutti e che ha portato a una rinnovata e positiva armonia tra i genitori.

Cosa penseranno, a questo punto, i nostri figli? Esattamente ciò che il progetto voleva che arrivassero a pensare. Penseranno che hanno dei genitori con uno spiccato senso civico, che la cosa pubblica va rispettata perché appartiene a tutti, che fare scuola in un ambiente colorato è più allegro e si impara con più facilità, che quel genitore che sta tenendo una lezione di chimica è un eroe perché lo fa senza pretendere nulla in cambio. E dietro i loro sorrisi soddisfatti e i loro occhi emozionati avremo insegnato loro che insieme tutti si può“, si legge ancora nel post.

A queste attività se ne devono ricordare altre come lezioni di chimica, di arte, mercatini di Natale, le mamme di “Fai col cuore”, sessioni di yoga. Insomma donare il tempo fa bene a tutti. Soprattutto ai piccoli alunni che possono crescere in un ambiente attivo e stimolante.