adv-315

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Insediata dallo scorso 19 febbraio, il nuovo dirigente dell’Ambito Territoriale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, Pierangela Dagna (vedi intervista video in alto) ha fatto il punto in merito al provvedimento di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, emanato domenica anche in Piemonte.

“Questi giorni di assenza non saranno recuperati, non sarà richiesta la giustificazione e non saranno conteggiati per la validità dell’anno scolastico ha sottolineato il nuovo Provveditore agli Studi “per questo, quindi, non c’è alcun rischio di perdita dell’anno scolastico: anche se, alla fine, non si arrivasse alla quota minima di 200 giorni queste assenze non andranno a impattare sulla validità dell’anno scolastico”.

Inoltre, ha sottolineato Pierangela Dagna, a breve dovrebbe essere ufficializzata la sospensione dei campionati studenteschi in programma dalla fine di questa settimana.

Capitolo gite scolastiche, annullate su tutto il territorio nazionale: “Potranno eventualmente essere ricalendarizzate” ha sottolineato il Provveditore agli studi “toccherà ai singoli istituti informarsi. Di solito nel programmarle si stipulano delle assicurazioni proprio per tutelarsi in caso di eventi eccezionali come questi”.

Infine, in vista del futuro ritorno in aula, Ministero della Salute e Ministero dell’Istruzione dirameranno una serie di indicazioni da impartire al personale docente, collaboratori scolastici e studenti, in merito all’utilizzo di saponi e salviette.

adv-290

Nel frattempo il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina ha fatto il punto della situazione dopo la riunione a Roma con i rappresentanti della Protezione Civile, dei pediatri, i referenti territoriali del Ministero, i rappresentanti delle Associazioni dei genitori e degli studenti, realtà pubbliche e private.

“Ci stiamo raccordando con tutte le autorità competenti per dare messaggi che rassicurino e supportino i nostri studenti, le famiglie, il personale scolastico. La nostra comunità scolastica sta dando una risposta molto positiva in tutto il Paese”, ha sottolineato la Ministra Azzolina “al momento ci sono scuole chiuse in alcune Regioni come misura precauzionale. La situazione è in evoluzione, stiamo valutando tutti gli scenari. Il diritto alla salute in questo momento viene prima di tutto, ma non vogliamo farci trovare impreparati. Stiamo studiando soluzioni per la didattica a distanza. Vogliamo garantire un servizio pubblico essenziale ai nostri studenti”, ha proseguito Azzolina.

Nel frattempo forniremo ai dirigenti scolastici tutte le risposte necessarie, a partire dal tema dei viaggi di istruzione che abbiamo sospeso, sia in Italia che all’estero, per tutte le scuole del Paese. Stiamo predisponendo tutte le misure operative. Apriremo poi una sezione dedicata sul sito del Ministero per rispondere a tutte le domande che riceviamo, anche tramite apposite FAQ. Il Ministero dell’Istruzione – ha concluso la Ministra -“è al lavoro: anche in un momento difficile come questo la comunità educante si farà trovare pronta”.