Coronavirus, Cirio: “Ho chiesto al premier Conte misure più restrittive in Piemonte”

PIEMONTE – “Alla luce dell’evolversi del contagio in Piemonte e delle osservazioni che mi sono state espresse dall’Unità di Crisi, ho chiesto al premier Conte e al Ministro della Salute di valutare un maggiore irrigidimento delle misure decise dal Governo per la nostra regione“. Lo ha detto oggi, sabato 7 marzo, Alberto Cirio. In particolare il governatore del Piemonte ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in merito a nuove misure di contenimento per contrastare il diffondersi del coronavirus.

La crescita maggiore dei casi di contagio registrata nelle ultime 48 ore, infatti, ci fa pensare che il contenimento in atto non sia sufficiente. Abbiamo chiesto, pertanto, di valutare con estrema urgenza, anche attraverso l’analisi del Comitato Scientifico Nazionale, la possibilità di misure più restrittive che possano proteggere la popolazione e contenere maggiormente l’espansione del virus“, ha aggiunto Cirio.

Attualmente in Piemonte sono 207 le persone risultate positive al test del coronavirus. I pazienti ricoverati in ospedale sono 148 di cui 38 in terapia intensiva. Cinque i decessi, tutti nell’Alessandrino (due a Tortona, due a Novi Ligure e uno ad Alessandria). Sono invece 1046 i tamponi effettuati di cui 713 risultati negativi.