Coronavirus: in Liguria controlli per evitare turisti da Piemonte e Lombardia

LIGURIA – “Muovetevi solo se ne avete estrema necessità“. Il Decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri lascia ben poco spazio all’interpretazione. Per chi avesse ancora dei dubbi su tutte le reti televisive nazionali – ma non solo – la campagna #IoRestoACasa sta facendo da colonna sonora alle nostre giornate. Insomma, di questi tempi andare in giro è fortemente sconsigliato. Soprattutto se si vuole fermare concretamente il diffondersi del coronavirus che in Italia ha fatto in poche settimane un migliaio di morti. Eppure sono ancora in molti quelli che salgono in macchina per i motivi più disparati.

In Liguria sono così stati aumentati i controlli nel fine settimana per fermare quei turisti che da Piemonte e Lombardia hanno pensato di farsi il weekend al mare, magari sfruttando la propria seconda casa. I Carabinieri stanno così presidiando in particolare le strade delle riviere, Chiavari e Rapallo in testa, a cominciare dai caselli autostradali. Il loro scopo è quello di evitare che turisti lombardi o piemontesi circolino senza motivo in questo periodo di limitazioni.

Nella sola giornata di ieri sono state 40 le persone denunciate dai Carabinieri in tutta la provincia di Genova per violazione delle disposizioni dell’autorità giudiziaria. Molti sono residenti trovati in auto in un quartiere lontano da quello di residenza e che non avevano un valido motivo per spostarsi.

adv-710