cirio

TORINO – “Tutto quello che era possibile fare come Piemonte lo abbiamo fatto, lo stiamo facendo e il nostro personale lo farà ancora. Tuttavia abbiamo bisogno di un rapporto più diretto e più continuo con i flussi di approvvigionamento da Roma“. Alberto Cirio, ospite di Unomattina su Rai Uno, torna a ribadire la necessità di un maggiore aiuto da Roma nell’acquisto del materiale sanitario nella lotta al coronavirus.

Credo debba esserci un ordine di priorità nell’assegnazione alle Regioni, che dev’essere rapportato all’effettivo bisogno e all’effettivo utilizzo. Una macchina ventilatore che arriva a Torino dopo un’ora è attaccata a un paziente e lo tiene vivo, in altre realtà d’italia è una prevenzione. Io credo che prima di prevenire sia importante curare e salvare le vite“, spiega il governatore del Piemonte. Di qui la richiesta che “ad ogni domanda fatta dalle regioni si affianchi sempre il flusso dei contagi e il tasso di saturazione tra letti di terapia intensiva e letti disponibili“.