sindacati
adv-313

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – L’accesso ai buoni spesa sia garantito a tutte le persone in difficoltà. Lo hanno rimarcato i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil in una lettera aperta ai sindaci del territorio.

Franco Armosino, Marco Ciani e Aldo Gregori sono infatti preoccupati per “i criteri di accesso e le priorità poste dalle delibere comunali introdotte in seguito all’ordinanza della Protezione Civile del 29 marzo per supportare i bisogni alimentari delle persone. Chiediamo che sia garantito l’accesso ai buoni spesa anche a chi non possiede mezzi informatici o non ne conosce l’utilizzo, garantendo una modalità cartacea facilmente reperibile e canali di consegna conosciuti e accessibili. Chiediamo di eliminare ogni barriera posta, a partire dai requisiti di cittadinanza e residenza che discriminano le persone oggi più deboli, come stranieri privi di titolo di soggiorno e persone senza fissa dimora, che sono più difficili da raggiungere in questa fase emergenziale e a cui bisogna garantire generi di prima necessità, mantenendo l’attenzione ai bisogni e alle condizioni dei nuclei familiari”.

L’ordinanza della Protezione Civile è certamente uno strumento utile per evitare disordini e violazioni di legge anche in considerazione della difficoltà in cui versa il sistema carcerario; è inoltre indispensabile per non lasciare nessuno solo in un periodo in cui tante persone sono impossibilitate a muoversi dalle misure restrittive in atto”.

adv-257

“In conclusione” hanno sottolineato i tre segretari “chiediamo una particolare attenzione e sostegno per le Associazioni che assistono la popolazione fornendo pasti e generi alimentari, le quali vivono un vero e proprio assalto in questi giorni con una grande difficoltà a soddisfare tutte le richieste. Certi di una vostra riflessione e disponibili ad un eventuale tavolo di approfondimento, vi porgiamo i nostri saluti”.