Ospedale Infantile
adv-381

ALESSANDRIA – Dal 2009 la Fondazione Uspidalet Onlus realizza progetti rivolti alla ricerca medica ed al miglioramento dei livelli di qualità dei servizi sanitari offerti a malati ed ai loro famigliari, in particolare a favore dell’ospedale pediatrico Cesare Arrigo di Alessandria, struttura di eccellenza nel panorama nazionale con un bacino di utenza che coinvolge il basso Piemonte e parte della Lombardia, oltre che degli altri presidi – Civile e Borsalino – dell’Azienda Ospedaliera.

La Fondazione Uspidalet è stata ammessa fra i soci dell’Istituto Italiano della Donazione, è iscritta all’anagrafe delle Onlus e applica un rigoroso codice di comportamento che vincola il 100% dei fondi raccolti al progetto individuato dal donatore tra quelli “scelti” in sintonia con l’Azienda Ospedaliera stessa.

La concretezza e la trasparenza costituiscono da sempre le linee guida della Fondazione Uspidalet grazie anche a uno statuto che vincola l’azione e la gestione delle risorse raccolte. I fondi ottenuti attraverso le donazioni vengono infatti destinati al 100% e quando si raggiunge il valore della strumentazione oggetto del progetto, l’eventuale eccedenza viene immediatamente destinata ad altri progetti non ancora conclusi.

adv-297

Ma come si finanzia – per la sua gestione interna – la Fondazione Uspidalet? Tutti gli organi, dall’Assemblea al Consiglio di Amministrazione al Collegio Sindacale sono composti da membri volontari, mentre le risorse che servono per la gestione ordinaria degli uffici e delle attività relative al funzionamento della Fondazione derivano dallo storno, da parte del Ministero del Lavoro, di una parte dell’Iva versata sugli acquisti delle attrezzature e degli impianti sanitari, a cui si aggiunge l’accredito del 5×1000 che i cittadini hanno destinato all’Uspidalet.

Sono le stesse regole che la Fondazione segue anche in questo momento di emergenza Coronavirus.Molti dei progetti avviati sono già stati portati a termine altri si stanno aggiungendo e sono soprattutto destinati alla protezione dei nostri sanitari e dei nostri medici che sono in prima linea”. #iofacciolamiaparte

adv-644