OVADA – Non sono certo passati inosservati gli insulti sessisti rivolti sul web al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina. Tra chi ha preso di mira l’esponente del Governo Conte c’è anche un insegnante dell’Istituto Barletti di Ovada, Vittorio De Prà che, nove giorni fa, ha apostrofato il Ministro con parole profondamente offensive. Il professore ricopre il ruolo di collaboratore del Dirigente Scolastico dell’istituto ovadese.

Certo e me vanto” rispondeva De Prà a chi, sempre su Facebook, gli chiedeva conto delle sue esternazioni e del fatto che lui stesso fosse un docente: “E saresti un insegnante tu?”. È stato anche assessore al Comune di Molare nella passata legislatura e iscritto al Partito Democratico.

Questa sera l’amministrazione di Ovada ha subito preso le distanze: “Purtroppo una delle nostre scuole è balzata oggi alle cronache nazionali per alcuni incresciosi episodi di violenza verbale nei confronti delle istituzioni” hanno sottolineato il sindaco Paolo Lantero e il vice Sabrina Caneva “Le opinioni politiche sono sempre legittime ma quando diventano insulti volgari e sessisti non sono più accettabili. Tanto più quando arrivano da chi ha il compito di istruire ed educare i nostri giovani. A nome della Giunta e di tutto il Consiglio Comunale vogliamo prendere le dovute distanze da questo genere di atteggiamenti che nulla hanno a che fare con la nostra città, con l’impegno e la dedizione che la maggior parte dei docenti mette nel proprio prezioso lavoro e nella formazione dei nostri giovani. Vogliamo ribadire e far sentire forte la nostra piena solidarietà alla ministra Azzolina! Ci dispiace che alcuni di questi vergognosi attacchi portino il nome di Ovada. Ovada non è questo”. 

adv-2

Ferma condanna anche dal Movimento 5 Stelle del Piemonte: “Siamo allibiti. Come possono esistere insegnanti così? In spregio ad ogni regola di educazione, rispetto umano e professionale alcuni docenti, si sono lanciati in commenti pubblici sconcertanti e vergognosi. Questa degenerazione di stampo sessista delle condotte di alcuni docenti umilia una categoria di professionisti seri e responsabili. Ringraziamo tutti gli altri insegnanti che in questo momento difficile stanno dando il massimo, con forza propositiva e correttezza e esprimiamo la massima solidarietà al Ministro Lucia Azzolina”.

“Esprimo la mia solidarietà a Lucia Azzolina per gli attacchi a sfondo sessista ricevuti” aveva già scritto ieri su Facebook la senatrice pentastellata Susy Matriscianoancora una volta una donna è costretta a subire insulti vergognosi e violenza verbale gratuita. Alla ministra della Scuola va il mio pieno sostegno per il lavoro svolto durante questa emergenza inedita”. 

adv-492