adv-349

PIEMONTE – Nell’ambito del ripristino dei servizi previsto dalla fase 2 dell’emergenza coronavirus, da mercoledì 3 giugno si registrerà un nuovo incremento dell’offerta ferroviaria di Trenitalia in regione Piemonte. Nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, circoleranno in Piemonte circa 150 treni in più, arrivando al 73,2% della normale programmazione. Il numero di treni in circolazione passerà così da 401 a 556 al giorno.

Per quanto riguarda i treni Regionali Veloci questi i principali incrementi:

Torino-Milano: viene ristabilito l’orario normale anche nei giorni festivi con l’aggiunta di 14 treni, aggiunto tutti i giorni il treno 2033 (Torino PN 20.54 – Milano C. 22.45), aggiunto nei giorni feriali dal lunedì al venerdì il treno di rinforzo 2046 (Milano PG 17.40 – Torino Lingotto 19.35)

adv-491

Torino-Cuneo/Savona: sono aggiunti tre treni (tra cui il 10202 Cuneo 6.24 Torino PN 6.35 e il 10219 Torino PN 21.25 – Cuneo 22.36)

Torino-Genova: completato il servizio festivo, i treni di rinforzo sono previsti nella fase successiva

Per i treni regionali sono in programma le seguenti variazioni:

adv-895

Alessandria-Acqui-Savona: aggiunto un treno a metà mattina tra Acqui e Alessandria (10276) e prolungato sull’intera tratta il treno in partenza da Alessandria alle ore 17.40 (10289), prima limitato ad Acqui.

Alessandria-Arquata-Genova: ripristinato il servizio che precedentemente era sospeso

Alessandria-Voghera: aggiunti 6 treni nei giorni festivi

Asti-Alessandria: ripristinato il servizio che precedentemente era praticamente sospeso (erano programmati solo due treni)

Chivasso-Casale-Alessandria: ripristinato il servizio orario con l’aggiunta di 15 treni. Inserito anche il collegamento Casale-Alessandria con arrivo prima delle 7.30

Alessandria-Mortara-Novara: aggiunti 5 treni nei giorni feriali (tra cui i primi arrivi ad Alessandria alle 7.15 e 8.15 e la partenza da Alessandria alle 20.45).