ACQUI TERME – Controlli a tappeto nell’ultimo fine settimana ad Acqui Terme e Ovada da parte dei Carabinieri.  L’operazione, che ha visto il massiccio impiego di personale e mezzi della Compagnia della città termale ha portato all’arresto di due persone e a tre denunce.  In carcere sono finiti un 39enne cittadino albanese residente a Ovada per violazione delle misure imposte dagli arresti domiciliari e un 45enne di Rivalta Bormida, atteso “dietro le sbarre” per una scontare una condanna per rapina e furto. Denunciati, sempre nell’ultimo fine settimana, anche un cittadino  macedone di 37 anni, residente a Rivalta Bormida, ubriaco alla guida di un autocarro e un 22enne italiano di Cassine trovato in possesso di un coltello  a serramanico. L’ultima denuncia del week end da parte dei Carabinieri di Acqui è scattata infine nei confronti di un 45enne marocchino che si era introdotto all’interno di un casello ferroviario dopo aver praticato un’apertura in un muro.

 

 

adv-466