adv-183

ALESSANDRIA – È stata una riunione fitta quella che convocata nel pomeriggio di ieri dal Prefetto di Alessandria Iginio Olita. Sul tavolo le problematiche legate agli spostamenti e collegamenti tra le province di Alessandria e Genova. Una situazione che ormai da tempo sta creando disagi sulla comunità alessandrina oltre che alle realtà economiche e produttive dei due territori già provate dall’emergenza epidemiologica. 

La riunione, presieduta dal Prefetto, ha portato così alla luce le principali criticità che stanno incidendo in modo importante sul territorio. In particolare l’attenzione si è soffermata sulla rete autostradale – i cui cantieri stanno creando ingorghi e blocchi del traffico – e sulla viabilità ordinaria. Sono state prese anche alcune prime decisioni per agevolare la circolazione dei residenti. Ad esempio nel caso in cui venisse chiusa la SP 456 in località Gnocchetto per allerta meteo, la Società Autostrade valuterà la modifica del programma di cantierizzazioni e chiusure della tratta autostradale dell’A26.

È stata inoltre evidenziata l’opportunità di accelerare il più possibile la definizione del complesso iter burocratico del trasferimento della strada 456 del Turchino piemontese all’ANAS, in attuazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 novembre 2019, almeno per il tratto al confine con la regione Liguria, ove peraltro tale strada è già gestita da ANAS. Tale passaggio consentirebbe infatti alla predetta Azienda di avviare in tempi brevi la progettazione e cantierizzazione degli interventi necessari per mettere definitivamente in sicurezza il tratto stradale interessato.

adv-370

All’incontro hanno partecipato l’assessore regionale ai Trasporti della Regione Piemonte, il Presidente della Provincia di Alessandria, i rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri e della Polizia Stradale, i rappresentanti di ANAS Piemonte e Liguria, la Direzione del 1° Tronco della Società Autostrade di Genova ed i sindaci dei Comuni di Ovada e Belforte Monferrato.