Condannati i due ladri che avevano rubato 8 I-phone. Per loro anche il divieto di tornare ad Alessandria

AGGIORNAMENTO GIOVEDI’ – L’udienza per direttissima nei confronti dei due ladri che martedì pomeriggio avevano portato via otto I-phone dal negozio di elettrodomestici Trony all’interno di Panorama, ha portato alla convalida dell’arresto. George Alexandru Lupu, recidivo, e Bogdan Vasilica Condan sono stati condannati rispettivamente a 10 e 8 mesi di reclusione e alla multa di 200 euro. Il Questore di Alessandria inoltre ha firmato due ordini di allontanamento dal territorio del Comune. Entrambi i condannati, arrestati dalla Polizia di Stato in flagranza di reato, non potranno più fare ritorno ad Alessandria per almeno 3 anni, senza la preventiva autorizzazione.

ALESSANDRIA – La Polizia di Stato è riuscita a bloccare, ieri pomeriggio, la fuga di due persone, di 25 e 28 anni, che avevano rubato degli smartphone dal negozio Trony all’interno del centro commerciale Panorama. Due cittadini rumeni, George Alexandru Lupu e Bogdan Vasilica Condac, erano infatti entrati nel negozio di elettrodomestici trattenendosi per 40 minuti prima di agire.

Come è risultato dalle telecamere di sicurezza uno dei due, approfittando della momentanea assenza degli addetti, si è infatti avvicinato a una vetrina dell’espositore nel quale erano esposti degli I-phone e, coricandosi su un fianco, ha allungato la mano per inserire una chiavetta alterata e aprire il cassetto scorrevole sotto la vetrinetta. Presi alcuni cellulari l’uomo ha poi lasciato il posto al complice che ha completato il ‘lavoro’ portando via altri telefoni. Uno degli addetti si è però insospettito per i movimenti dei due e ha controllato la vetrinetta scoprendo il furto. A quel punto l’uomo e il direttore del punto vendita si sono lanciati all’inseguimento. La fuga dei malfattori è proseguita nei campi davanti al centro commerciale dove, gli agenti della sezione Volanti, sopraggiunti subito dopo, hanno prontamente inseguito e bloccato entrambi i ragazzi, accompagnandoli in Questura per i successivi accertamenti.

adv-539

Parte della refurtiva è stata recuperata in un’aiuola vicina al complesso commerciale. Qui però le forze dell’ordine hanno trovato solo due degli otto I-phone rubati. I successivi accertamenti hanno infatti permesso di scoprire che i malviventi erano stati accompagnati sul posto da un terzo uomo, a bordo di un’autovettura di colore scuro. Le indagini quindi proseguono per tornare in possesso dell’intera refurtiva, dal valore di circa 7.000 euro.

I due soggetti sono stati arrestati per il reato, in concorso, di furto aggravato dall’uso del mezzo fraudolento, la chiavetta alterata in metallo utilizzata per aprire il cassetto dell’espositore.

I due si trovano, su disposizione del P.M. di turno, nelle camere di sicurezza, in attesa dell’udienza di Direttissima che si terrà domani 19 febbraio.