OVADA – Un altro furgone con a bordo un ciclomotore rubato è stato intercettato e recuperato dalla Polizia Stradale. Sabato scorso infatti la Polizia di Stato ha sottoposto a fermo un cittadino tunisino, T. M., di 35 anni, residente in Francia. Secondo gli inquirenti a suo carico ci sono gravi indizi del delitto di riciclaggio.

La Polizia Stradale di Ovada è intervenuta sulla A26 dei trafori, in direzione Genova, nel territorio del Comune di Tagliolo Monferrato dove un furgone Citroen Jumper con targa francese, condotto da un altro cittadino è stato fermato per i consueti controlli. Sul veicolo gli agenti hanno trovato, nascoste, alcune parti di un ciclomotore senza ricevere giustificazioni convincenti dal proprietario del veicolo. Dagli accertamenti successivi è stato possibile risalire alla marca del motorino, una Vespa modello LX50, senza documenti di circolazione e chiave originale di accensione. Le verifiche compiute immediatamente hanno permesso di scoprire che il mezzo era stato rubato in Francia come testimoniato dai segni di forzatura sui blocchetti di accensione e del vano sottosella.

Visti i gravi indizi di colpevolezza e il concreto pericolo che l’uomo potesse sottrarsi alla Giustizia Italiana allontanandosi dal territorio Nazionale, gli agenti di Polizia hanno proceduto al fermo del soggetto.

adv-136

Il fermato è stato portato al “Don Soria” e il fermo è stato convalidato. Il ciclomotore, sottoposto a sequestro penale, sarà restituito al legittimo proprietario.