NOVI LIGURE – Non è un bel periodo per l’acqua della provincia di Alessandria. Dopo i problemi a Montecastello per la rilevata presenza di C6O4 tocca a Novi chiudere i rubinetti. Il sindaco Gian Paolo Cabella ha infatti emesso, dopo una comunicazione inviata dal Servizio S.I.A.N. dell’Asl di Novi Ligure, un’ordinanza con cui dispone il divieto temporaneo di utilizzo per usi alimentari dell’acqua erogata dall’acquedotto cittadino nella zona che comprende tutte le abitazioni da via Manzoni fino a via dei Mille, via dei Mille fino allo stadio Girardengo, zona via Crispi, l’area urbana ricompresa tra tali vie in direzione Pozzolo Formigaro.

In base alle analisi eseguite dall’Arpa di Alessandria, infatti, nella colonnina di viale della Rimembranza è stata rilevata la presenza di batteri coliformi ed escherichia coli in quantità non conformi alla norma. L’amministrazione sta ovviando al disagio predisponendo autobotti con acqua potabile davanti allo Stadio Comunale Girardengo e in piazza Pascoli.