calcio-bambini
adv-219

ROMA – “Il 25 giugno possono riprendere gli sport di contatto amatoriali se le regioni ma anche il ministro dello sport e il ministro della salute accerteranno che ricorre la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica“. Questo quanto veniva scritto nell’ultimo Dpcm che tracciava le linee guida per la ripartenza. Ieri è però arrivata la doccia gelata da parte del Comitato tecnico scientifico: niente ripresa del calcetto e altri sport da contatto a livello amatoriale o di società sportive dilettantistiche.

A riguardo il Cts sostiene che, “in considerazione dell’attuale situazione epidemiologica nazionale, con il rischio di ripresa della trasmissione virale in cluster determinati da aggregazioni come negli sport da contatto, debbano essere rispettate le prescrizioni del distanziamento e della protezione individuale“. La palla passerà al Governo e al Ministero dello Sport per capire modalità e tempi effettivi della reale ripartenza.