Il Cissaca cerca “nonni sostitutivi” e famiglie affidarie per aiutare bambini in difficoltà

ALESSANDRIA – Il Cissaca, il consorzio dei servizi sociali dell’alessandrino, cerca  “nonni sostitutivi” per tenere compagnia e aiutare nei compiti alcuni bambini dai 6 agli 11 anni. I volontari, della zona di Alessandria, dovranno andare a prendere i bambini all’uscita da scuola e trascorrere con loro il pomeriggio fino all’ora di cena. Il Cissaca ha bisogno però di una mano anche da famiglie che risiedono ad Alessandria o paesi limitrofi disposte ad prendere in affido residenziale minori tra i 9 e 13 anni. L’affidamento, ha ricordato il Cissaca, permette di aiutare bambini e ragazzi che vivono in un contesto famigliare difficile che hanno così la possibilità di crescere in un contesto in grado di soddisfare i bisogni affettivi ed educativi dei minori, senza comunque tagliare i legami con la famiglia di origine. Possono proporsi come famiglia affidataria le coppie coniugate o non coniugate, singole persone senza limiti di età e neppure di reddito.

adv-252

Pur essendo una forma di aiuto solidale, l’affidamento familiare prevede un rimborso spese alla famiglia che accoglie i minori per le necessità degli stessi. L’accoglienza del bambino/ragazzo può essere breve, di media o lunga durata (a seconda delle specifiche situazioni) e può avere diverse forme: “a tempo pieno” il minore va a vivere presso la famiglia affidataria (affidamento residenziale), “a tempo parziale” quando il bambino o il ragazzo trascorre parte della giornata in famiglia affidataria (affidamento diurno) oppure può essere limitato a periodi brevi ma ripetuti nel tempo come le vacanze.

L’ affidamento familiare è una bella forma di solidarietà che va affrontata con consapevolezza e con un supporto attento a tutti i protagonisti di questa esperienza di vita, ha ricordato il Cissaca. Il bambino, la coppia affidataria e la famiglia naturale saranno preparati e sostenuti in tutte le fasi del percorso di affidamento familiare dagli operatori dei servizi sociali e sanitari. Al tal fine la famiglia affidataria dovrà rendersi disponibile per alcuni incontri di conoscenza e approfondimento con gli operatori dei Servizi sociali e sanitari, per individuare il potenziale abbinamento fra il bambino/ragazzo e il proprio contesto relazionale.

adv-540

Maggiori informazioni possono essere richieste agli operatori dell’Area Minori e Famiglia – Gruppo Affidamento Familiare: Consuelo Fiamberti, Daniela Fedrigo, Paola Marchelli, Tiziana Piras al n. tel. 0131.229711, -fax 0131226766. info@cissaca.it – www.cissaca.it  .