Una gita fuori porta: il gioiello medievale di Orta San Giulio

ORTA SAN GIULIO – In Piemonte si trova un piccolo borgo di origini medievali che si estende per gran parte sulle rive del Lago d’Orta e per un’altra parte in mezzo al lago stesso su una piccola isola non molto lontana dalla terra ferma e raggiungibile in traghetto. Stiamo parlando della bella Orta San Giulio. Un gioiellino che ogni anno attira centinaia di turisti e amanti della tranquillità del lago. Per gustare l’atmosfera magica del piccolo borgo del Piemonte bisogna passarci almeno una giornata tra i ristorantini tipici e lo sciabordio delle onde.

LA STORIA DI ORTA SAN GIULIO

La storia della città di Orta San Giulio è fortemente legata a quella del territorio del Lago d’Orta. Bisogna dire che questo piccolo agglomerato di abitazioni, entrato nell’itinerario dei borghi più belli d’Italia, è spesso stato al centro principale della Comunità della Riviera, ovvero un consorzio di comuni esistito dal medioevo sino alla metà del Settecento. In quel luogo però il tempo sembra essersi fermato con la quasi totale assenza di macchine che la percorrono e un paesaggio da mozzare il fiato.

COSA VISITARE A ORTA SAN GIULIO

Tanti sono le cose che si possono visitare a Orta San Giulio. A partire dal centro storico di Orta, completamente pedonalizzato, e costituito da viuzze strette e palazzi storici. Al centro del paese si trova piazza Motta, un gioiellino che si affaccia sul lago e dal quale si vede l’isola di San Giulio anch’essa visitabile. Sul lato nord della piazza si trova il Palazzo della Comunità della Riviera di San Giulio edificato nel 1582. L’edificio è costituito da un portico al piano terra, usato per il mercato, e una sala per riunioni al primo piano. Il Palazzo della Comunità della Riviera è considerato il simbolo del lungo periodo di autogoverno della regione. Ma non è il luogo dove ha sede il municipio che è ospitato invece a villa Bossi. Proprio di fronte al Palazzo inizia via Caire Albertoletti, interamente pavimentata in sassi, alla cui sommità è posta la parrocchiale di Santa Maria Assunta del 1485 e ricostruita nella seconda metà del XVIII secolo. La salita è fiancheggiata da antiche case e alcuni palazzi storici tra cui Palazzo Gemelli (XVI secolo) e il neoclassico palazzo De Fortis Penotti. Da non perdere assolutamente il Sacro Monte di Orta, Patrimonio Mondiale dell’Unesco e che fa parte del gruppo dei nove Sacri Monti alpini del Piemonte e della Lombardia considerati patrimoni dell’umanità.

adv-320

PRODOTTI TIPICI DI ORTA SAN GIULIO

I prodotti tipici di questa zona sono quelli legati alla profonda tradizione contadina del Piemonte. Oltre ai pesci di lago – persico, trota, scardola e gardon – miele, vino e conserve di frutta la fanno da padrona.

COSA MANGIARE A ORTA SAN GIULIO

Sono davvero molti i piatti legati al territorio del Lago d’Orta. Partiamo dal principale, ovvero quello dei pesci di lago. Persico e trota la fanno da padrona sugli altri. Da assaggiare assolutamente la trota in carpione o al vapore oppure un persico in crosta di patate. Buoni anche le ‘Foglie di Mais’, un dolcetto che viene fatto con il grano turco. La vicinanza con Novara e Vercelli portano a influenze dei piatti. Su tutti la panissa, ovvero un risotto piuttosto corposo con fagioli di Saluggia, cipolla, vino rosso Barbera, lardo, “salam d’la duja”, sale e pepe.