fibra ottica
adv-737

ALESSANDRIA – “Quali sono le iniziative che il Comune vuole adottare, per quanto compete, per risolvere i problemi di connessione che toccano soprattutto i sobborghi comunali affinché tutti i cittadini abbiano le stesse possibilità di accesso alla banda larga“. Questa la domanda dell’interpellanza a firma di Francesco Gentiluomo e Michelangelo Serra (M5s) rivolta all’amministrazione comunale di Alessandria.

I due esponenti del Movimento 5 stelle hanno sottolineato come all’interno del nostro comune “esistono ancora realtà in cui non è garantito nemmeno l’accesso al servizio ADSL, nella maggior parte dei sobborghi alessandrini, il servizio è al di sotto degli standard di connettività, raggiungendo una velocità, nelle migliori ipotesi, di 640 kbps“. Anche per questo nel 2018 era stato stretto un accordo tra Comune e la società Open Fibradestinato a cablare circa 34 mila unità immobiliari della città per un investimento di circa 12 milioni di euro“. Un’operazione che avrebbe consentito ai cittadini alessandrini di beneficiare di una connessione fino a 1 gigabit al secondo entro gennaio 2019.

Gentiluomo e Serra hanno anche posto l’accento sull’importanza di una connessione rapida e sicura, cosa che già “l’emergenza Covid-19 ha fatto capire a cittadini e istituzioni. L’importanza di una copertura di rete performante e capillare e le lacune dell’Adsl e della rete fisica che copre le città sono state messe a nudo“. Da qui la richiesta al sindaco Cuttica di Revigliasco e alla Giunta di chiarimenti sui lavori della cablatura della fibra e su quali interventi poter fare per migliorare il servizio.

adv-130