adv-767

ROMA – “Le iniziative di falsa beneficenza di cui siamo stati testimoni in questi giorni sono vergognose. È giusto agire per fare chiarezza e se necessario denunciare chi abusa del marchio di Valenza e sfrutta il lavoro di tanti imprenditori“. A scriverlo in una nota è stato il senatore di Cambiamo! Massimo Berutti, facendo riferimento anche alla denuncia dell’onorevole delle Lega Lino Pettazzi sull’iniziativa promossa dalla famosa influencer Giulia De Lellis a favore delle aziende orafe di Valenza.

Questo episodio sgradevole ci richiama però soprattutto al tema più ampio e profondo della visione di insieme per il settore dell’artigianato orafo e alla necessità di mettere in campo misure strutturali che consentano di superare l’affanno dell’emergenza economica causata dal coronavirus, dando al settore strumenti per essere messo in sicurezza e reso ancor più competitivo”, ha aggiunto Bertutti.

E proprio sull’importanza del settore orafo il senatore di Cambiamo! ha sottolineato che “Valenza è una realtà unica a livello globale per numero di imprese, qualità della produzione e prospettive di inserimento lavorativo. È tempo di creare sinergie e azioni concrete per questo mondo“. Da qui la proposta “di lavorare ad un credito di imposta sostanzioso per le aziende che proiettano nel futuro i mestieri rari investendo nel talento. È un’idea che intendo portare avanti in Parlamento. Spetta alla maggioranza dimostrarsi sensibile e non lasciare cadere un’opportunità per migliaia di imprese che danno lustro al nostro Paese nel mondo e che meritano interventi veri e non la falsa beneficenza di qualche pseudo influencer in mala fede”.

adv-32