4 anni e 6 mesi per cumulo di pene a un 33 enne valenzano

VALENZA – I Carabinieri di Valenza hanno arrestato Francesco Pagliaro di 33 anni, pregiudicato, residente a Valenza. L’uomo deve scontare una condanna di 4 anni e 6 mesi di reclusione per detenzione illegale di armi, minacce, associazione per delinquere e falsificazione di monete. Le prime condanne definitive erano state originariamente emesse dal Tribunale di Alessandria nel 2011 e dal Tribunale di Vigevano sempre nel 2011 ed erano pari, nel complesso, a due anni e sei mesi di reclusione per detenzione illegale di armi e minacce. La detenzione illegale di armi riguardava il ritrovamento nel corso di una perquisizione in casa sua a Valenza di un fucile mitragliatore da guerra. L’altra condanna definitiva nei suoi confronti e pari a 3 anni di reclusione invece era stata emessa dalla Corte d’Appello di Catania nel 2013 per fatti accaduti in Sicilia nel marzo 2007, divenuta ora definitiva. L’uomo, insieme ad altre persone, era stato bloccato all’interno di un magazzino dove era stato installato un macchinario idoneo alla contraffazione di monete da uno e due euro. Poiché l’ultimo provvedimento di condanna è della Corte d’Appello di Catania, il giudice dell’esecuzione è la stessa Corte d’Appello che ha di conseguenza emesso il provvedimento restrittivo pari a 4 anni e sei mesi di reclusione, ottenuti dalla somma di tutte le condanne, alle quali è stato sottratto in periodo già trascorso in carcere. L’uomo è stato quindi prelevato dai militari dalla sua abitazione e accompagnato al carcere Cantiello e Gaeta di Alessandria per l’espiazione della pena residua.