adv-446

TORINO – Un errore clamoroso quello che si è verificato ieri a opera della Regione Piemonte. Dall’ente preposto è infatti partita una mail indirizzata a 45 mila famiglie piemontesi in cui le si avvisava di essere risultate idonee a percepire il voucher scuola. Peccato che, dopo una verifica, si è scoperto che quei voucher non erano finanziabili. La Regione ha così dovuto fare marcia indietro e comunicare a quelle famiglie – molte anche nella provincia di Alessandria – che a settembre non avrebbero ricevuto alcun aiuto.

Si precisa che la comunicazione inviata oggi erroneamente a circa 45 mila persone risultate idonee a percepire il voucher scuola, ma non finanziabili, è stata causata dall’errore materiale di un funzionario nella trasmissione dei nominativi dei beneficiari alla società che gestisce gli stessi“, si legge in una nota diffusa dalla stessa Regione.

Pronte sono arrivate anche le scuse dell’assessore regionale all’Istruzione, Elena Chiorino, che ha definito “tale errore inaccettabile, sia per l’estrema gravità dello stesso, sia per il delicato momento che, causa l’emergenza Covid-19, stanno vincendo le famiglie che, pur avendone diritto, non hanno potuto entrare nella graduatoria di quelle finanziabili“. La Regione ha comunque avviato una procedura di verifica per accertare le responsabilità di quanto accaduto e assumere i conseguenti provvedimenti disciplinari.

adv-389