adv-304

AGGIORNAMENTO ORE 19.40: Nessuno sgombero nel palazzo di piazza De Andrè 33, ad Alessandria. Rispetto a quanto precedentemente riferito dal Comune di Alessandria, la redazione di Radio Gold ha chiesto maggiori informazioni alla Polizia Municipale, a fronte di alcune segnalazioni di cittadini che smentivano la notizia prima riportata.

E’ stata emessa una ordinanza di messa in sicurezza e di eventuale sgombero. L’amministratore del condominio Tartarici ha immediatamente avviato i lavori di riparazione del crollo della parete del vano scala, già terminati in serata. Inizialmente il via era previsto nella giornata di lunedì 10 agosto. Sono state fissate tre putrelle di acciaio nei tre piani e installate delle balaustre per evitare ogni possibile pericolo per i residenti.

“I lavori sono terminati e la scala ora è agibile” ha rassicurato l’amministratore di condominio Luca Gastaldi ai microfoni di Radio Gold non è mai stato rilevato alcun problema statico della struttura”. 

adv-598

ALESSANDRIA – Il maltempo continua a creare disagi anche a distanza di una settimana dalla tempesta che si è abbattuto nel weekend dell’1 e 2 agosto. In un palazzo di piazza de André 33, infatti, si è verificato il crollo di una porzione di parete del vano scala nel condominio Tartarici. Da qui la decisione di attuare l’immediato sgombero delle persone presenti nell’edificio.

La causa di questo “dissesto statico” dovuta al crollo della porzione di parete del vano scala dislocato in aderenza al corpo principale si è verificata – unitamente al distacco di alcuni serramenti, alla deformazione di un pilastro e alla formazione di fessurazioni sulla restante parte di muro – a causa delle avverse condizioni meteorologiche del weekend scorso. Si tratta di una misura cautelativa presa dopo il sopralluogo compiuto nei giorni scorsi dai Vigili del Fuoco.

Dato il carattere di urgenza che non ammette ritardo, è stato dunque ordinato dal Comune:

adv-677
  • l’immediato sgombero delle persone presenti nell’edificio, dando mandato all’Amministratore condominiale pro-tempore di provvedere immediatamente al compimento di quanto necessario per il raggiungimento della messa in sicurezza strettamente necessaria del vano scala in oggetto, con le condizioni minime indispensabili atte a garantire l’agibilità dello stesso;
  • di trasmettere, entro 10 giorni dalla notifica dell’Ordinanza stessa, una perizia tecnica giurata con la quale un tecnico abilitato accerti le condizioni di pericolo causate dagli eventi meteorologici del 1°, 2 e 3 agosto scorsi, con particolare riguardo alle condizioni statiche dell’intero edificio, definendo modalità e tempi per tutte le opere di intervento necessarie alla messa in sicurezza definitiva e al successivo ripristino;
  • di realizzare le opere previste dalla perizia sopra citata per l’eliminazione di ogni pericolo per l’incolumità di persone e cose e il ripristino, entro congruo termine stabilito dalla perizia stessa, con l’inoltro di una relazione tecnica con la quale un tecnico abilitato attesti la regolare esecuzione delle opere stesse e con attestazione della messa in sicurezza e garanzia di assenza di pericoli per l’incolumità delle persone e delle cose.