adv-765

ALESSANDRIA – Sarà un Gagliaudo diverso per via delle misure anti-covid, ma non per questo in tono minore. Lo promette l’amministrazione di Alessandria che, anzi, garantisce un evento “audace e arguto. Protagonisti dell’appuntamento saranno gli esercizi cittadini puntando “sulle tipicità locali, in cui le eterogenee bancarelle della tradizione saranno realizzate con una implementazione degli stand esterni ai nostri punti vendita cittadini. Non mancheranno neppure gli eventi e le opportunità culturali che arricchiranno questa due giorni cittadina tutta da vivere“. Niente bancarelle dunque ma la ferma volontà di dare continuità alla tradizione.

Come spiegato dal sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, e dall’assessore al commercio, Mattia Roggero, “in questa edizione chi vincerà davvero sarà proprio la Città di Alessandria, i suoi cittadini, il suo tessuto commerciale ed economico che, ancora una volta, con la voglia di fare dei suoi protagonisti dimostrerà come la nostra Città, con il lavoro sinergico fra le varie istituzioni, sappia arrogarsi un ruolo centrale e di primo piano”.

L’evento si terrà sabato 19 e domenica 20 settembre, dalle 8 alle 20, con tanti momenti differenti per un approccio che renderà un appuntamento “diverso da quanto eravamo abituati a vedere – ha spiegato Roggero. Non ci saranno le bancarelle per la necessità di non creare assembramenti ma non potevamo permettere che il covid ostacolasse iniziative fondamentali per sostenere il commercio locale“. I negozi dunque diverranno gli attori principali andando su strada, “un’idea maturata con i commercianti e le associazioni di categoria per non farci vincere dall’emergenza che stiamo vivendo“. Una posizione condivisa anche dall’assessore alle Manifestazioni, Cherima Fteita, fermamente convinta della necessità “di non perdere eventi caratteristici“. “Era fondamentale andare avanti senza fermarci come già fatto per esempio con il Capodanno alessandrino o Alecomics“. Gagliaudo quindi continuerà ad avere un ruolo centrale puntando innanzitutto sul commercio locale grazie a Weconf, la sinergica collaborazione tra Confcommercio e Confesercenti, affiancate da Procom e dalla Camera di Commercio. Gian Paolo Coscia, Presidente Camera di Commercio di Alessandria, Manuela Ulandi, Presidente di Procom, Michela Mandrino, Presidente di Confesercenti Alessandria, e Alice Pedrazzi, Direttrice di Ascom, hanno condiviso l’organizzazione dell’evento per mantenere viva una tradizione molto apprezzata dai cittadini e soprattutto per dare un segnale di vitalità e voglia di dare una svolta a un periodo difficile, affidandosi a chi vive il territorio ogni giorno: i commercianti.

adv-315

Anche per questo l’edizione 2020 di Gagliaudo ha potuto contare su moltissime le realtà che hanno deciso di dare un contributo. La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, per esempio, ha voluto mettere a disposizione Palatium Vetus, come ha spiegato il presidente Luciano Mariano. “Lo ha fatto offrendo le proprie opere e la possibilità di visitare la quadreria con opere di Pellizza da Volpedo, Angelo Morbelli, Carlo Carrà e altri importanti artisti del territorio, la “ghiacciaia” con annessa l’area museale dei reperti archeologici e il Broletto“. La cultura sarà protagonisa in entrambe le giornate anche con CulturAle che offrirà l’apertura al pubblico delle Sale d’Arte di Via Machiavelli 13, ad Alessandria, sabato 19 e domenica 20 settembre 2020. I visitatori, ha spiegato la Presidente Cristina Antoni, potranno ammirare il “Goethe morente” e la “Siesta invernale” oltre alle preziose Stanze di Artù. Ma Gagliaudo spalancherà le porte anche del Museo della Bici, ha aggiunto il direttore Roberto Livraghi, con “una proposta nuova: una stanza dedicata a Luigi Malabrocca, maglia nera nata a Tortona, che quest’anno festeggia i 100 anni“.

Gagliaudo sarà un modo per partire davvero dopo mesi di stop e paure come ha spiegato Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo Amag: “Oggi Gagliaudo rappresenta anche un segnale di ripresa, di ritorno alla vita da parte della nostra comunità. Ovviamente nel pieno rispetto della situazione sanitaria, che necessita più che mai di grande prudenza. Giusto quindi pensare a modalità nuove, compatibili con la necessità di tenere ‘alta la guardia’ contro il Covid-19. Ma è fondamentale che gli alessandrini tornino anche a vivere, a confrontarsi, a valorizzare le eccellenze che rappresentano da sempre la nostra storia, l’identità collettiva, la cultura del territorio. Il Gruppo AMAG, che ha forti e solide radici ad Alessandria e nella sua comunità, è sempre in prima fila quando si tratta di sostenere un progetto che, come Gagliaudo tra i mercanti, valorizza la città, il suo commercio, la sua capacità attrattiva”. Tra i tanti partners anche il Museo della Gambarina che metterà a disposizione visite all’interno della struttura per fare un tuffo nel passato, oltre alla Fondazione Solidal e all’Associazione Ises, che proporrà la crema spalmabile “La Brigantella” per sostenere sia progetti di economia carceraria sia progetti di ricerca, come quelli relativi al Covid-19 e al Mesotelioma che Solidal per la Ricerca promuove a partire dalle indicazioni dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria.

Nei prossimi giorni ci soffermeremo sui singoli appuntamenti intanto ecco il calendario completo:
Programma Gagliaudo Alessandria 2020Programma Gagliaudo Alessandria 2020Programma Gagliaudo Alessandria 2020Programma Gagliaudo Alessandria 2020

adv-536