Operazione Talpona Carabinieri Alessandria
adv-302

VALENZA – Si è chiusa nei giorni scorsi una importante operazione dei Carabinieri dei Nuclei Operativi e Radiomobili delle Compagnie di Alessandria e di Novi Ligure insieme al Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Alessandria. L’azione dei militari ha permesso di sgominare una banda dedita al traffico di droga. L’operazione è stata ribattezzata “Talpona 2020“, traendo spunto dall’abitudine dei pusher di nascondere la droga sotto terra, in aree boschive della provincia. In questo modo i criminali rendevano complicati i controlli delle forze dell’ordine, più esposti in caso di controlli, oltre a poter beneficiare di più facili vie di fuga.

Le indagini però non hanno subito contraccolpi e infatti grazie anche ad “antiche” modalità di svolgimento dei servizi di osservazione, controllo e pedinamento, mimetizzandosi perfettamente con l’ambiente circostante, i Carabinieri hanno ricostruito il traffico illecito sfuggendo alle numerose “vedette” di cui si servivano gli spacciatori. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Alessandria, con il supporto info-operativo della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (D.C.S.A.), sono state avviate nel mese di dicembre dello scorso anno, grazie alle segnalazione dei proprietari terrieri, insospettiti dall’insolito traffico attorno ai campi, una situazione che non è venuta meno nemmeno durante l’emergenza covid.

Come accertato dagli inquirenti il “volume d’affari”, è risultato decisamente imponente, come provato dall’ultima fase dell’operazione che ha assicurato alla giustizia i principali esponenti del sodalizio criminale. Bloccati proprio mentre si recavano sul posto in una delle “piazze di spaccio” nei boschi del comune di Predosa, per un solo giorno di attività si erano portati dietro 400 grammi di eroina, 200 di cocaina e 150 di hashish, che al dettaglio avrebbero fruttato diverse decine di migliaia di euro.
Ai 5 arresti operati tra giugno e agosto di quest’anno, persone di età compresa tra i 23 ed i 51 anni, tutti cittadini italiani residenti in provincia di Alessandria, si sono aggiunti quelli di 3 stranieri: un 27enne di nazionalità albanese, regolare sul territorio nazionale e 2 cittadini marocchini, di 21 e 36 anni, ritenuti a capo del sodalizio e ai quali è stato contestato anche il reato di porto d’armi abusivo. Entrambi infatti, non giravano mai senza almeno un’arma da taglio al seguito, nel timore di azioni violente da parte di eventuali “concorrenti”.

adv-925

Il traffico di droga era particolarmente esteso coinvolgendo anche alcuni minorenni, spesso provenienti anche dalle province e dalle regioni limitrofe. Oltre un centinaio gli episodi di spaccio documentati dagli investigatori.

Operazione Talpona Carabinieri Alessandria Operazione Talpona Carabinieri Alessandria Operazione Talpona Carabinieri Alessandria Operazione Talpona Carabinieri Alessandria

adv-438