adv-64

ROMA – Ormai da otto settimane consecutive si registra in Italia un lento ma progressivo peggioramento dell’epidemia legata al Covid-19. Un aumento di casi che si sta riflettendo in maniera negativa soprattutto sui servizi sanitari con un aumento importante dei ricoveri. Basti pensare che nel nostro Piemonte, dopo settimane sotto il centinaio di ospedalizzazioni in reparti dedicati, ieri siamo arrivati a oltre 160 ricoveri complessivi causati dal Covid-19 a cui se ne aggiungono 9 in terapia intensiva. Il tasso di occupazione dei posti letto in area medica è aumentato dal 4% al 5%, e quello in terapia intensiva dal 2% al 3%.

A scriverlo nel monitoraggio settimanale sono l’Istituto superiore di sanità e il ministero della Salute. Le due istituzioni temono anche la situazione dei Paesi vicini all’Italia come Francia, Spagna, Slovenia e Croazia su tutti. A questo si aggiunge l’incognita legata alla riapertura delle scuole che dovrà essere monitorata attentamente. I focolai attualmente attivi in Italia al momento sono 2.868 di cui 832 completamente nuovi. La maggior parte dei focolai continua a verificarsi in ambito domiciliare/familiare (76,1%), seguono poi le attività ricreative (in leggero aumento 6,3%) e nell’ambito lavorativo (5,6%). L’Rt (indice che misura la trasmissione del contagio) torna, a livello nazionale, sotto quota 1, per la precisione a 0.95. Di seguito i dati relativi all’Rt ogni 100 mila abitanti

Liguria: Rt 1,31, incidenza 816 su 100.000
Lazio: Rt 0,85, incidenza 250 su 100.000
Friuli Venezia Giulia: Rt 1,11, incidenza 365 per 100.000
Emilia-Romagna: Rt 0,78, incidenza 771 per 100.000
Campania: Rt 1,1, incidenza 172 per 100.000
Calabria: Rt 1,13, incidenza 93 per 100.000
Basilicata: 0,73, incidenza 109 per 100.000
Abruzzo: Rt 1,1, incidenza 322 per 100.000
Veneto: Rt 1,01, incidenza 529 per 100.000
Lombardia: Rt 0,75, incidenza 1038 per 100.000
Valle d’Aosta: Rt 0,59, incidenza 1018 per 100.000
Umbria: Rt 1.06, incidenza 251 per 100.000
Toscana: Rt 0,93, incidenza 366 per 100.000
Sicilia: Rt 1,, incidenza 121 per 100.000
Puglia: Rt 1,06, incidenza 178 per 100.000
Sardegna: 0,77, incidenza 184 per 100.000
Piemonte: Rt 0,96, incidenza 796 per 100.000
Trento: 1,24, incidenza 1056 per 100.000
Bolzano: Rt 1,28, incidenza 624 per 100.000
Molise: Rt 1,04, incidenza 202 per 100.000
Marche: Rt 0,99, incidenza 511 per 100.000

adv-243