adv-499

PIEMONTE – “Un importante cambiamento” per tutti i cittadini del Piemonte “un unico punto di accesso per i servizi digitali. È online il nuovo sito salutepiemonte.it.Eviterà code e assembramenti” ha sottolineato soddisfatto l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardiun aspetto fondamentale in questo periodo. Il portale, realizzato dal CSI, sarà utile nel processo di prevenzione dei contagi da covid 19″. 

Si potrà accedere attraverso lo spid o la carta di identità elettronica e su tutti i device: computer, smartphone e tablet.

Tanti i servizi previsti online: consultare, stampare e archiviare i referti medici, senza dover tornare allo sportell, la possibilità di scelta/revoca del medico di base, il pagamento del ticket, accesso al proprio fascicolo elettronico, visualizzare e modificare gli appuntamenti per le vaccinazioni anche dei figli, vedere e stampare le ricette per farmaci, inserimento di documenti clinici, la compilazione dell’autocertificazione per il diritto all’esenzione per reddito e a breve, anche per patologie, la possibilità di delegare un parente alla gestione dei propri dati e, infine, una sorta di taccuino o diario virtuale dove appuntare, ad esempio, il proprio valore della glicemia.

adv-888

I dati potranno essere consultati anche dal medico di base, sempre previo il consenso del paziente e lo stesso dottore dovrà inviare una dichiarazione di accesso ai dati. Questo sistema, ha fatto sapere la Regione, sarà costantemente aggiornato con nuovi servizi. “Stiamo lavorando per implementarlo con una serie di opzioni legate alla pandemia covid. Servono protocolli di sicurezza con tutte le tutele del caso. Stiamo cercando la migliore soluzione”. 

La Regione Piemonte è tra le prime regioni in Italia ad adeguarsi alle disposizioni nazionali sulla sanità digitale contenute nel cosiddetto “Decreto rilancio” rendendo il Fascicolo sanitario Elettronico automatico per tutti i cittadini piemontesi.

adv-599

«Stiamo affrontando un’emergenza sanitaria senza precedenti ha sottolineato Luigi Genesio Icardi, assessore regionale alla Sanità del Piemonte – e in questo momento i servizi digitali diventano uno strumento di fondamentale importanza per facilitare la vita del cittadino. È un cambiamento importante, non solo tecnologico, ma culturale. Una rivoluzione, anche contro il regime del covid. Abbiamo messo al centro i bisogni concreti dell’assistito, che ora può accedere alle sue informazioni cliniche in ogni momento della giornata, in modo semplice, veloce e sicuro e da qualsiasi dispositivo. Mi auguro davvero che questo strumento, che ho fortemente voluto proprio sulla spinta delle necessità scaturite dall’emergenza pandemica, possa aiutare concretamente i cittadini che potranno conoscere questi servizi attraverso una campagna di comunicazione che partirà in questi giorni su tutto il territorio piemontese».

“Siamo molto contenti crediamo fortemente in questo servizio a favore dei piemontesi. Serve a far viaggiare i dati ed evita di far spostare le persone” ha detto Fabio Aimar, direttore regionale della Sanità e Welfare.

«Abbiamo lavorato a fianco dell’Assessorato alla Sanità per raggiungere questo importante risultato che è significativo sotto molti punti di vista – ha sottolineato Pietro Pacini, direttore generale del CSI Piemonte –; in questo progetto infatti il Consorzio ha curato non solo gli aspetti tecnico-informatici, ma anche ha supportato l’Assessorato nell’ideazione e nella realizzazione della campagna di comunicazione che accompagnerà il progetto. Sarà importante infatti che il cittadino conosca questo nuovo punto unico di accesso ai servizi digitali sanitari, facili da usare e utili, soprattutto in questo momento così delicato per la ripresa dell’emergenza sanitaria».