adv-471

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Torna, in alcuni supermercati e punti vendita alimentari della provincia di Alessandria, la Colletta Alimentare. Si tratta di un’iniziativa solidale nazionale promossa dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus. A partire dal 1997, rappresenta uno degli eventi di solidarietà più partecipati in Italia. In questi anni sono state centinaia di migliaia le persone che si sono messe a disposizione a titolo gratuito per aiutare i più poveri. Per scoprire quali sono i supermercati della nostra provincia aderenti all’iniziativa potete visitare il sito della Colletta Alimentare. 

Sul sito-web ufficiale sono riportati i numeri dell’edizione 2019, in cui sono state raccolte 8100 tonnellate di alimenti, grazie agli 11 mila punti vendita che hanno aderito all’iniziativa, ai 145 mila volontari che hanno messo a disposizione il proprio tempo e alle 5 milioni e 550 mila persone che hanno deciso di donare. Rispetto alle passate edizioni, a causa dell’emergenza sanitaria attualmente in corso, gli organizzatori hanno dovuto ripensare alle modalità con cui normalmente si svolgevano le attività di raccolta e di smistamento degli alimenti. A questo proposito, da alcuni giorni ha iniziato a circolare sulle principali piattaforme social, con il metodo del “passaparola”, un video che illustra, in pochi minuti, come si svolgerà l’edizione 2020.

adv-420

“Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, abbiamo ripensato alla Colletta Alimentare con una nuova modalità per poter continuare a donare il cibo ai più bisognosi, garantendo la sicurezza di tutti – spiegano gli organizzatori nel video. La Colletta Alimentare, quindi, “cambia la forma ma non la sostanza”.

Dal 21 novembre all’8 dicembre alle casse dei supermercati oppure, in alternativa, sul sito www.collettaalimentare.it, si potrà acquistare una card il cui valore sarà trasformato in cibo per le persone in difficoltà. Con ogni card si potrà donare un importo pari a 2, 5 o 10 euro. Inoltre, sarà possibile sommare questi importi tra loro quante volte si desidera. I possessori della card potranno utilizzarla, per tutto il periodo di tempo di cui sopra, nei supermercati che hanno aderito all’iniziativa.

A questo proposito, è possibile consultare questa sezione del sito-web della Colletta Alimentare. Inserendo la Regione e la Provincia, si potranno vedere quali punti vendita hanno aderito all’iniziativa. Gli organizzatori desiderano specificare che non si tratta di una donazione in denaro, poiché l’importo del valore scelto, acquistando la card, sarà convertito dal punto vendita in alimenti. Quest’ultimi saranno consegnati a Banco Alimentare che, a sua volta, li distribuirà a chi ne ha bisogno.

adv-184

Purtroppo, per questioni di sicurezza, il numero di volontari partecipanti è stato ridotto ma “tutti possiamo contribuire alla Colletta – commentano gli organizzatori – “acquistando una card e facendo passaparola tra amici e parenti”. Le restrizioni atte a limitare il diffondersi del contagio “non limitano il bisogno di milioni di famiglie, anzi, lo rendono ancora più urgente. Per questo la Colletta Alimentare cambia forma, per garantire la raccolta nella massima sicurezza”.