adv-389

BOSCO MARENGO – Due cittadini ghanesi, un quarantatreenne un quarantunenne, dovranno rispondere di spedizione transfromtaliera illecita di rifiuti pericolosi in concorso, gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi, falsità ideologica del privato in atto pubblico e responsabilità giuridica di impresa. I due infatti, come appurato dei Carabinieri forestali, avevano predisposto un container con all’interno rifiuti speciali pericolosi costituiti da ricambi, parti frenanti e organi direzionali, frutto della demolizione di autocarri, oltre a sei motori usati e non bonificati e due cabine per un peso complessivo di 18 tonnellate. Il materiale era destinato a Takoradi in Ghana e avrebbe fruttato 20.000 €.